Giovedi, 06 Agosto, 2020

Fabrizio Biasin, Inter-Roma si gioca di venerdì per almeno due motivi

Qui Roma- Dzeko con la febbre anche oggi niente allenamento per lui Qui Roma- Dzeko con la febbre anche oggi niente allenamento per lui
Cacciopini Corbiniano | 06 Dicembre, 2019, 12:55

"Ma non era questo il momento".

Non è poi mancata una frecciatina ad un suo ex giocatore attualmente al Cagliari, Nainggolan: il tecnico salentino ha sottolineato come il belga dovrebbe chiedersi i motivi per cui non è attualmente in una grande squadra ma gioca in Sardegna.

Vigilia di campionato, con l'Inter che scenderà in campo venerdì alle 20.45 a San Siro contro la Roma per la 15ª giornata di Serie A TIM. Antonio Conte ha incontrato i giornalisti in conferenza stampa al Centro Sportivo Suning: "Arriva una Roma che sta attraversando un ottimo momento di forma".

"Dobbiamo cercare di arrivare a Natale nel miglior modo possibile. Non c'è la svolta tra Roma e Barcellona, sappiamo che fino alla sosta abbiamo quattro partite importanti e dobbiamo stringere i denti e incrociare le dita". "E' inevitabile che io voglio la soluzione migliore per la squadra, poi va detto che l'infortunio non l'ha aiutato". Dopo la sosta potremo rifiatare, recuperare un bel po' di giocatori e tirare un sospiro di sollievo.

Sicuramente si affrontano due squadre che stanno facendo molto bene nell'ultimo periodo.

Al di là del solito mantra degli allenatori ("Una partita alla volta, vietato pensare oltre i prossimi 90 minuti") è evidente che la situazione degli infortunati preoccupa sia Conte che Dzeko. "La stiamo affrontando nella giusta maniera. E' stata una mia sensazione - spiega il tecnico nerazzurro - e ho deciso di declinare la proposta in maniera molto rispettosa, perché è una grandissima piazza e un giorno me l'augurerei perché Roma è una esperienza incredibile".

Nonostante qualche assenza, Conte è chiaro: "Vediamo sempre il bicchiere mezzo pieno perché questi ragazzi si sono responsabilizzati nei momenti di difficoltà". Non c'è tempo per piangersi addosso e per nascondersi.

E siccome prima della puntura di spillo c'è sempre una lisciata di pelo, ecco le parole dell'allenatore: "Per Radja Nainggolan ho affetto, volevo portarlo al Chelsea nel mio primo anno e lui lo sa".

Conte ammette i contatti con Totti per andare alla Roma: "Non era il momento". "Bisognerà fare molto attenzione, hanno creato un organico importante con giocatori che hanno dato grandi risposte e Fonseca - aggiunge Conte - si è adattato subito al campionato".

Altre Notizie