Sabato, 08 Mag, 2021

Aluko, addio a Torino e Juve con accuse: "Percepito razzismo"

Eniola Aluko Juventus Women Aluko, addio a Torino e Juve con accuse: "Percepito razzismo"
Cacciopini Corbiniano | 29 Novembre, 2019, 20:22

"Sono stanca di entrare nei negozi e avere la sensazione che il titolare si aspetti che ruba". Aluko arrivò a Torino un anno fa, vincendo poi tutti i trofei nazionali nel suo primo e unico anno in Italia, ma ha annunciato pubblicamente l'intenzione di lasciare la Juventus dopo la partita di sabato contro la Fiorentina in una lettera pubblicata sul Guardian, con il quale collabora da oltre un anno. Tante volte arrivi all'aeroporto di Torino e i cani di fiutano come se fossi Pablo Escobar. "E la cosa che mi preoccupa è la mancanza di risposte, dai presidenti ai tifosi del calcio maschile questo razzismo lo vedono come parte della cultura del tifo stesso".

La giocatrice ha invitato la società, per continuare ad attrarre i talenti dell'Europa dall'Italia, a "farli sentire a casa". Questa, conclude, "è una parte importante di un progetto a lungo termine".

Eniola Aluko lascerà la Juventus e l'Italia a dicembre e la motivazione è sconcertante.

"A Torino trattata come una ladra".

Pesano perché la storia di Torino è una storia di porte aperte, non chiuse. Appendino ammette: "Purtroppo, nel nostro Paese episodi di discriminazione sono tornati a diffondersi".

La Aluko nell'ultima stagione ha conquistato campionato, Coppa Italia e Supercoppa segnando 14 reti in 22 presenze. In alcuni frangenti si è tornati a legittimare pensieri e comportamenti che dovevano rimanere sepolti per sempre, nelle pagine più vergognose dei libri di storia.

Ma non mi rassegno io, non si rassegnano migliaia di cittadini che quei pensieri li combattono ogni giorno, non si rassegna Torino.

Altre Notizie