Martedì, 10 Dicembre, 2019

ArcelorMittal comunica piano chiusura altiforni: stop definitivo a gennaio

LP 9156465 ExIlva. Palombella (Uilm): “Morte annunciata, ArcelorMittal ha definitivamente gettato la maschera”
Evangelisti Maggiorino | 15 Novembre, 2019, 16:55

"L'incontro di domani al Ministero dello Sviluppo Economico con Arcelor Mittal, che abbiamo più volte richiesto e sollecitato, assume un rilievo particolare, alla luce delle comunicazioni che l'amministratore delegato Lucia Morselli ha anticipato nell'incontro di oggi con le Rsu dello stabilimento di Taranto".

Da quanto si apprende, l'altoforno 2 sarà chiuso il 12 dicembre, l'altoforno 4 il 30 dicembre e l'altoforno 1 il 15 gennaio. "Se ancora non fosse chiaro la situazione sta precipitando in un quadro sempre più drammatico che non consente ulteriori tatticismi della politica", ha sottolineato in una nota il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli.

La Procura della Repubblica di Milano, infatti, ha deciso di compiere due mosse: ha aperto un fascicolo esplorativo per verificare "l'eventuale sussistenza di ipotesi di reato" sul caso Arcelor Mittal-ex Ilva, come ha fatto sapere il procuratore della Repubblica Francesco Greco. "A me interessa risolvere il problema, poi sul percorso vedremo".

L'acciaieria di Taranto è un malato terminale. "Questa è la sfida della Puglia".

"Quando l'Arcelor prese in affitto l'Ilva, l'azienda stava bene - ha proseguito - e oggi non possiamo accettare che se ne vada così".

Una situazione che preoccupa i sindacati alla luce della notizia della richiesta dell'avvio della procedura di cassa integrazione e la contestuale minaccia di mancati pagamenti degli stipendi per i lavoratori delle aziende operanti all'interno dello stabilimento siderurgico. Questo è una linea irresponsabile, un ricatto inaccettabile. Ieri la ditta Gamit ha comunicato ai sindacati di non essere in grado questo mese di pagare i suoi 50 dipendenti.

Nelle ultime ore lo scacco matto per Arcerlor Mittal è arrivato proprio dalla messa in mora collettiva chiesta attraverso Confindustria. Lo dicono i sindacati per voce di Rocco Palombella: "ArcelorMittal non può fermare gli impianti perché sono di proprietà dello Stato" (in realtà fanno ancora capo all'Amministrazione Straordinaria cioè ai creditori dell'ex Ilva).

Dati Confindustria sul peso delle multinazionali nell'economia italiana in un'infografica realizzata da Ansa-Centimetri, Roma, 5 novembre 2019.

Altre Notizie