Martedì, 19 Novembre, 2019

Il pres. Sticchi Damiani: "Il rigore andava ripetuto, grande gara del Lecce"

Il Var allo stadio Olimpico di Roma Lazio-Lecce 4-2, Sticchi Damiani: "Errore gravissimo, il rigore andava ripetuto"
Cacciopini Corbiniano | 11 Novembre, 2019, 00:53

Dopo la sconfitta subita contro la Lazio, il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani è intervenuto ai microfoni di Radio Rai 1: "La posizione del Lecce è chiara, è stata una partita meravigliosa ma vengo qui a parlare della regola 14, quando viene calciato un calcio di rigore ed entrano dei giocatori, sicuramente c'era un giocatore della Lazio, c'è la ripetizione del rigore non una punizione per la Lazio". La decisione del direttore di gara, Gianluca Manganiello di Pinerolo, è arrivata dopo la segnalazione del VAR che ha ravvisato l'ingresso in area di rigore con la spalla di Gianluca Lapadula prima dell'esecuzione del tiro di Babacar. Poi non vi sto parlando degli altri episodi, del rigore di Calderoni che cadendo tocca con la mano e forse era fuori.

Senza maglietta, rigorosamente. Il difensore biancoceleste ha però fatto un fioretto sul proprio profilo social: "Ti prometto che quando farai altri 100 gol non verrò a disturbarti più in foto e mi metterò la maglietta!". Ai nostri tifosi è difficile spiegare la prassi, il regolamento è chiaro. Il regolamento è chiaro, tutte le ipotesi sono disciplinate. Ad esempio sul gol di Lapadula annullato, c'è una regola 14 che spiega come il rigore debba essere ribattuto se contemporaneamente in area entrano giocatori di una squadra e dall'altra. Vediamo cosa dice il regolamento in merito.

Altre Notizie