Martedì, 12 Novembre, 2019

Juventus, Douglas Costa: "I razzisti non meritano di esultare per un gol"

Douglas Costa prova a riprendersi la Juve. E Sarri gongola Douglas Costa prova a riprendersi la Juve. E Sarri gongola
Cacciopini Corbiniano | 09 Novembre, 2019, 20:05

Non tanto per il gol decisivo segnato in Champions League in casa della Lokomotiv Mosca, ma per il suo gioco e la sua capacità di saltare l'uomo Douglas Costa è sicuramente il valore aggiunto, e soprattutto ritrovato, della Juventus di mister Maurizio Sarri.

Douglas Costa è tornato ed ora vuole riprendersi la Juventus. Non sono abituato a togliermi la maglietta dopo un gol, ma è stato un momento di liberazione. Io sono riuscito a restare freddo e a segnare: è stato il gol più bello della mia carriera. Una volta saltati i due difensori - racconta l'ex Bayern -, ho visto che c'era spazio per puntare alla porta, e grazie al colpo di tacco, molto intelligente, di Higuain, ne è uscita un'azione molto bella.

Il Pipita è più che mai determinante in questo momento sia che entri dall'inizio sia che entri a partita in corso. Non è una novità, ma è molto tempo che non giocavo lì. Ero in posizione di trequartista e trovavo fatica a trovare spazio. "Poi devo cambiare passo in quella zona di campo e creare le condizioni per dare superiorità numerica e far fare gol ai compagni".

Douglas Costa, esterno offensivo della Juve, ha parlato ai microfoni di Sky Sport in vista della sfida contro il Milan, in programma domenica sera allo Stadium: "Il Milan del passato era una squadra fenomenale, che vinceva tutto, come ad esempio se facciamo dei paragoni possiamo dire anche della selezione brasiliana, che in passato aveva tutti fenomeni in squadra..."

Altre Notizie