Martedì, 12 Novembre, 2019

Giuseppe Conte all'ex Ilva, durissima contestazione degli operai: "Lei non ci rappresenta"

L'ingresso agli stabilimenti di Arcelor Mittal Arcelor Mittal
Evangelisti Maggiorino | 09 Novembre, 2019, 11:35

Così l'intervento di Giuseppe Conte fuori dalla Prefettura di Taranto dopo una giornata passata allo stabilimento ex Ilva. "Sono qui per questo", ha risposto il premier, che ha preso poi parte al consiglio di fabbrica dei sindacati. "Da quando siamo stati messi in cassa", ha gridato un altro, "siamo indesiderati non possiamo entrare. È un impianto a ciclo continuo non lo conoscete vi ci portiamo noi". E si è messo anche a plemizzare con un sigore col volto nascosto: "Togli occhiali e cappuccio, io sono venuto qui senza la maschera, con la mia faccia". Presenti anche diversi sindaci (con le fasce) dei centri del territorio della provincia (Carosino, Monteiasi, Laterza, San Giorgio Jonico, Grottaglie, Palagiano, Palagianello, Fragagnano e Torricella) che reclamano di essere ascoltati "per il dramma sia occupazionale e ambientale che coinvolge il territorio". Meno massiccia stando a prime impressioni tra i dipendenti diretti del siderurgico.

"Lei non ci rappresenta", ha urlato qualcuno. "La soluzione - ha osservato il premier Conte - non ce l'ho in tasca, non sono un venditore di fumo".

Altre Notizie