Mercoledì, 20 Novembre, 2019

Scossa di terremoto nel centro Italia, avvertita anche al sud

Immagine di copertina Trema la terra nell'Aquilano, ma la scossa si avverte forte pure in Molise
Evangelisti Maggiorino | 08 Novembre, 2019, 13:21

Epicentro in provincia di L'Aquila. Dodici minuti dopo, alle 18.47, nuova scossa, questa volta a Pescosolido a 13 chilometri di profondità con magnitudo 2.2. L'epicentro del terremoto è stato individuato sul nord-ovest dell'Iran, precisamente tra Sarab, Torkaman e Mianeh e altri piccolissimi villaggi.

- Ore 18.42: L'agenzia Adnkronos batte in rete la notizia della scossa.

L'evento è stato localizzato a 66 km a sud de L'Aquila, a 68 a nord-est di Latina, a 70 km a est di Velletri.

Secondo quanto riferito dai media locali, ben tre villaggi sarebbero andati distrutti e il bilancio delle vittime è in continuo aumento: al momento di parla di 5 vittime e 120 feriti. "Verifiche in corso". Così su Twitter il dipartimento della Protezione civile. "A Roma è ballato tutto", scrive Monica in risposta a un tweet di Ingv.

Scuole chiuse poggi a Avezzano, Morino, Civita D'Antino, Civitella Roveto, Luco, Trasacco, Villavallelonga, S. Vincenzo Valle Roveto, Balsorano e Canistro. Numerose segnalazioni anche da Latina, Velletri, Tivoli, Guidonia Montecelio, Chieti, Aprilia, Anzio, Pescara, Pomezia, Montesilvano, Roma, Teramo e Caserta.

Gente in strada e paura ai Castelli Romani per la scossa di terremoto. Non si sa se ci siano danni a cose o persone. Lo hanno riferito i vigili del fuoco precisando che sono giunte alla Sala Operativa tante telefonate dall'Aquila e da Frosinone. Lo ha comunicato il segretario Generale del Mibact, Salvo Nastasi.

Si è trattato della più forte scossa dal 23 giugno scorso (LEGGI Forte scossa di terremoto ai Castelli romani - Magnitudo 3.6, epicentro a Colonna).

Altre Notizie