Mercoledì, 20 Novembre, 2019

Lotteria degli scontrini, pronte le regole: a cosa serve il "codice"

Lotteria degli scontrini novità ecco come partecipare alle estrazioni Lotteria degli scontrini dal 1° gennaio 2020
Esposti Saturniano | 05 Novembre, 2019, 14:36

Sarà un invio separato a comunicare all'Agenzia delle Entrate i dati relativi alle operazioni per le quali il cliente ha manifestato la volontà di partecipare alla lotteria degli scontrini.

Entro il 31 dicembre 2019 i registratori telematici, come anche la procedura web messa a disposizione nell'area riservata del sito dell'Agenzia delle Entrate, dovranno pertanto essere configurati per consentire la trasmissione dei dati memorizzati delle singole operazioni commerciali, necessari alla partecipazione alla lotteria degli scontrini, a seguito di esplicita volontà del cliente manifestata dai clienti.

Due sono le insidie: la prima è la necessità per tutti i consumatori di richiedere le credenziali per l'accesso al sito dell'Agenzia delle Entrate, al fine di poter ottenere il proprio codice lotteria; la seconda è la necessità per i commercianti di aggiornare entro il 31 dicembre 2019 i registratori telematici già acquistati, al fine di configurarli per l'acquisizione dei dati necessari. Che coincide con il momento di effettuazione della stessa operazione. I dati dell'Agenzia delle Entrate sono chiari: in Italia nel 2018 il volume complessivo della raccolta è stato pari a 104,9 miliardi di euro, con un incremento del 3% rispetto al 2017.

L'Agenzia delle Entrate ha definito le istruzioni per far partire, dal prossimo primo gennaio 2020, la lotteria degli scontrini.

I documenti commerciali interessati dalla trasmissione sono solo quelli utili alla lotteria.

La Lotteria degli Scontrini - sottolinea Savino Montaruli - sarà ancor più deleteria in quanto introduce alla propensione al gioco l'aggravante rappresentata dall'ulteriore patologia che è quella del consumo compulsivo, con evidenti ricadute su altre tipologie di allarme sociale quale, ad esempio l'usura.

Va altresì rimarcato che, come specificato dal provvedimento prot. n. 739122/2019 del 31.10.2019, fino al 30 giugno 2020, i Registratori Telematici utilizzati dai soggetti tenuti all'invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria non potranno trasmettere i dati necessari all'attuazione della lotteria.

Nel dettaglio, ogni giorno, in maniera distribuita o a fine giornata, i registratori telematici (o Server Rt) regolamentati generano il tracciato record composto da tutti gli scontrini corredati di codice lotteria dei clienti, così come memorizzato nell'Rt, per poi trasmetterlo all'Agenzia delle entrate mediante un apposito servizio "lotteria/corrispettivi".

L'adeguamento necessario al fine di partecipare alla lotteria degli scontrini sarà più oneroso, sia in termini di tempo che di denaro, per i commercianti, gli artigiani, ed in genere tutti i soggetti obbligati allo scontrino elettronico dal 2020.

Durante i primi sei mesi di obbligo di acquisizione del codice lotteria e trasmissione dei dati è prevista una moratoria delle sanzioni per i commercianti che useranno registratori di cassa non idonei alla trasmissione telematica ma che memorizzeranno i corrispettivi.

Le operazioni di memorizzazione e di trasmissione telematica dei corrispettivi devono essere effettuate mediante registratore telematico (RT, un registratore di cassa che può connettersi a internet), oppure tramite la procedura web denominata "documento commerciale online" presente nel portale "Fatture e corrispettivi" dell'Agenzia delle Entrate.

Altre Notizie