Mercoledì, 20 Novembre, 2019

Londra, due ragazzi italiani condannati per aver stuprato una 23enne

Stuprano donna e si danno il'cinque, colpevoli due italiani a Londra Londra, condannati per stupro due ragazzi italiani
Evangelisti Maggiorino | 17 Ottobre, 2019, 19:03

Nelle immagini delle telecamere a circuito chiuso si vede che i due si alternano nel baciare la donna, visibilmente ubriaca: solo otto minuti dopo l'incontro, secondo la ricostruzione i due la portano in uno sgabuzzino e la violentano; sei minuti dopo escono e lasciano la ragazza nel bagno delle donne. Sono Ferdinando Orlando e Lorenzo Costanzo, di 25 e 26 anni, che due anni fa a Soho, in un night club in Argyll Street, hanno violentemente stuprato una donna di 23 anni, costringendola a un intervento chirurgico.

Durante il processo, è stato proiettato il video di una camera di sorveglianza ripreso dopo l'accaduto che mostra i due ridere, congratularsi a vicenda e darsi il cinque. I due, al momento, si congratulavano e si davano il cinque e subito dopo si sono dati alla fuga. La polizia aggiunge che la donna ha avuto bisogno di sottoporsi a un'operazione chirurgica a seguito dell'aggressione. Sono riusciti così a sfuggire alla giustizia inglese per più di un anno, sino a quando Orlando è stato arrestato all'aeroporto di Heathrow non appena si è recato a Londra per una partita di calcio - mentre Costanzo ha contattato direttamente la Polizia britannica dopo l'arresto dell'amico. In tutto, ci avrebbero messo circa 15 minuti per abusare della ragazza che - per sua stessa ammissione - aveva iniziato a bere dalle 11 del mattino, perché quel giorno era il compleanno di una sua amica. "Ero molto ubriaca, sono persino caduta varie volte", queste le parole della vittima che per l'accusa non sarebbe mai potuta essere consenziente in quelle condizioni.

Lo scrittore Giovanni Gaetani è intervenuto sul tema per sensibilizzare l'opinione pubblica in merito. Se vogliamo davvero sconfiggere la cultura dello stupro, dobbiamo superare il nostro atavico pudore proto-cattolico e cominciare a parlare di sesso liberamente, apertamente, senza paure.

Essendo l'abuso sessuale avvenuto nella tarda serata, i giudici hanno constatato che il rapporto non poteva per nessun motivo essere consenziente.

Per leggere la versione integrale, clicca qui.

Altre Notizie