Giovedi, 21 Novembre, 2019

Consegnate Chiavi Firenze a Richard Gere

Richard Gere è a Firenze: per lui le chiavi della città, e una visita agli Uffizi L'ufficiale e gentiluomo Richard Gere in missione agli Uffizi / FOTO
Deangelis Cassiopea | 16 Ottobre, 2019, 19:52

Ma anche ignaro delle polemiche sui migranti e le ong scatenate in Comune dalla Lega e dal Movimento 5 Stelle.

"A me non interessa la politica perché per me non ha senso, i volontari su quella imbarcazione sono degli angeli, quello che noi abbiamo in mente è di aiutare le persone, questa è l'unica cosa importante che rende significativa la nostra vita", ha continuato l'attore americano, che ha finanziato la Ong per diversi anni attraverso la sua "Fondazione Gere".

"Matteo Salvini? Se vuole venire con me, sarei contento di portarlo e insieme possiamo nutrire quelle persone", ha detto. "E quindi possiamo capirci l'un l'altro se partiamo da questo punto di vista, possiamo iniziare a perdonare l'un l'altro e lavorare insieme", ha dichiarato.

L' 'Ufficiale e gentiluomo' Richard Gere 'in missione' agli Uffizi.

Ne ha per l'ex ministro dell'Interno, ma anche per il presidente degli Stati Uniti Donald Trump: "E' un personaggio così che sarebbe difficile da interpretare" in un film. Il celebre attore settantenne è stato ospitato nel Salone dei Cinquecento dal sindaco Dario Nardella. Il primo cittadino del capoluogo toscano ha consegnato allo statunitense le chiavi della città per l'impegno nel campo dei diritti umani. A seguire l'intervento del direttore del Migration Policy Center dell'EUI professor Andrew Geddes e il dialogo tra il sindaco Dario Nardella e l'attore Richard Gere moderato dalla giornalista Eva Giovannini, che ha condotto la serata.

Le chiavi della città di Firenze sono state consegnate a Richard Gere dal sindaco Dario Nardella durante una cerimonia che si è tenuta a Palazzo Vecchio nel pomeriggio di lunedì 14 ottobre.

Altre Notizie