Lunedi, 14 Ottobre, 2019

"Ho temuto di perdere mio marito": Lorella Boccia racconta la terribile aggressione

Lorella Boccia a Verissimo Lorella Boccia a Verissimo
Deangelis Cassiopea | 12 Ottobre, 2019, 23:11

Gianni Morandi ospite di Silvia Toffanin a Verissim racconta il suo dramma più segreto, e Silvia Toffanin si commuove. Si erano recati in un ristorantino per cenare insieme. Camminando verso la macchina abbiamo incrociato due ragazzi che ci hanno chiamato. "Ci siamo voltati istintivamente e da quel momento è successo tutto". In particolar modo, a Silvia Toffanin ha dichiarato: "Siamo stati minacciati da un coltello, abbiamo dato tutto quello che avevamo". Io - prosegue - però non ho sentito nulla, ho temuto invece per la reazione di mio marito che voleva istintivamente difendermi, ma loro avevano un coltello, lui nulla.

Un'esperienza terribile che Lorella, con grande coraggio, ha ripercorso ai microfoni di Silvia Toffanin.

Dopo aver esternato sui social network la rabbia per l'aggressione che ha subito a Roma circa una settimana fa, Lorella Boccia ha accettato di raccontare questo spiacevole episodio anche in televisione.

Lorella, infatti, ha spiegato che non riusciva a sfilarsi dal dito la fedina che le aveva regalato il marito; uno degli aggressori, perdendo visibilmente la calma, le ha dato un ceffone in pieno viso. "Mio marito è arrabbiato - ha detto Lorella -, avrebbe voluto difendermi, si è sentito impotente e adesso sta subendo le conseguenze di quella sera, ma io so che lui farebbe qualsiasi cosa per me". Non deve preoccuparsi di nulla perché ha fatto tutto quello che poteva fare. "Poteva andare molto peggio".

Nel corso della lunga intervista a Verissimo, la conduttrice della fascia quotidiana di Amici ha confessato cosa è accaduto il giorno dell'aggressione. Non sento ancora di essere al cento per cento Lorella.

Come se non bastasse la sofferenza per l'aggressione subita, Lorella Boccia ha dovuto fare i conti anche con gli hater. Ovviamente questo fatto ha stravolto la vita della danzatrice che non si è ancora ripresa del tutto. Nei giorni successivi quasi mi sono pentita di averlo scritto, perché purtroppo il mondo dei social dà il diritto di parola a tante persone, chiamiamole così. Poi mi sono detta 'VAFFANCULO'.

Altre Notizie