Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Perché la Svizzera non è più un "paradiso fiscale"

Gualtieri arriva la Web tax. Ecofin ridotta la lista dei paradisi fiscali La Svizzera non è più un paradiso fiscale: verso l’uscita dalla lista grigia
Evangelisti Maggiorino | 12 Ottobre, 2019, 16:07

La Svizzera non è più nella lista grigia dei paradisi fiscali. Infatti, nelle prossime ore i ministri dell'economia e delle finanze degli Stati Ue potrebbero decidere di toglierla dalla lista dei paradisi fiscali dell'Unione europea. A rivelarlo a La Legge per Tutti è una nota della nostra agenzia stampa Adnkronos. "La Svizzera adempie e attua gli standard internazionali in materia fiscale e questo è stato riconosciuto", ha invece rilevato con una certa soddisfazione la Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali. "La modifica entra in vigore alla pubblicazione degli allegati riveduti nella Gazzetta ufficiale dell'Ue".

Fondamentale per lo stralcio della scomoda posizione svizzera è stata l'accettazione da parte del popolo elvetico della Riforma fiscale e finanziamento dell'AVS (RFFA). "La legge introduce delle misure di sgravio fiscale accettate internazionalmente, quali una 'patent box', assicurando così che la Svizzera rimanga una piazza economica competitiva", hanno dichiarato dalla capitale elvetica.

La Confederazione, come del resto Albania, Costa Rica, Isole Mauritius e Serbia, dovrebbe essere rimossa dalla lista grigia, poiché ritenuta ormai Paese compatibile con tutti gli impegni presi nel campo della cooperazione fiscale. Finisce quindi un contenzioso fiscale lungo più di un decennio.

Altre Notizie