Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Sparatoria ad Halle, almeno due morti e due feriti

Sparatoria in Germania: almeno 2 morti, killer in fuga Germania: sparatoria davanti la sinagoga, almeno 2 morti
Evangelisti Maggiorino | 12 Ottobre, 2019, 12:55

Non solo: esattamente come il suprematista della strage di Christchurch, in Nuova Zelanda, al grido di "gli ebrei sono la causa di tutti i mali", ha filmato tutta la sua azione, assassinii compresi, per poi pubblicare il tutto in rete, sulla piattaforma Twitch.

Nel corso dell'attacco, Balliet ha gridato più volte "gli ebrei sono il male" e "Kanaken", termine dispregiativo rivolto agli arabi.

Per la polizia, almeno due sarebbero i morti ma le informazioni sono ancora frammentarie. "Il ragazzo era sempre online", ha riferito ancora l'uomo rievocando che "si litigava sempre, la mia opinione non contava". La dinamica ancora non è affatto chiara.

La sparatoria davanti a una sinagoga di Halle è avvenuta nel giorno del Yom Kippur, la ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell'espiazione e che quest'anno cade tra ieri sera e stasera.

Un testimone ha detto che un aggressore "vestito come un poliziotto ... completamente armato" aveva lanciato una bomba o una granata sul muro di un cimitero.

Una delle vittime degli spari di Halle "giace, coperta, di fronte a una sinagoga del centro della città": lo scrive l'agenzia Dpa precisando che il corpo, coperto da un telo blu, è a "circa 30 metri" dal luogo di culto.

In primo piano la sparatoria ad Halle, in Germania, in cui sono morte due persone.

I media locali parlano di almeno un paio di vittime. La procura federale tedesca sta indagando anche su quali attività l'attentatore abbia potuto aver sul "darknet", su "come si è radicalizzato", come si è "procurato" e "fabbricato da solo" armi e ordigni, se ci siano stati "fiancheggiatori". Una granata è stata lanciata verso il cimitero ebraico. Due feriti gravi sono stati ricoverati in ospedale per essere operati d'urgenza. Al momento non c'e' alcuna rivendicazione. "Grazie alle telecamere della sinagoga abbiamo visto un uomo armato sparare sul nostro portone". Per le ricerche "la polizia si concentra ora sull'area metropolitana di Halle", viene aggiunto.

Intanto il quotidiano tedesco Bild ha ricostruito la dinamica della fuga dell'attentatore. Lo riferisce Rita Katz, direttrice del sito di monitoraggio dei gruppi terroristici sul web, Site.

Incubo neonazista in Germania nel giorno dello Yom Kippur.

A quanto riferito dal presidente della comunità ebraica della città sassone, Max Privorozki, uno degli attentatori ha sparato sul portone d'ingresso della sinagoga cercando cosi' di aprirla.

Altre Notizie