Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Usa e Cina per una tregua sui dazi

USA-Cina la guerra dei dazi si allarga alle Borse L’egoismo di Trump: «I Curdi non ci hanno aiutato nello sbarco in Normandia»
Esposti Saturniano | 11 Ottobre, 2019, 23:53

Mercati alla finestra in attesa di sviluppi positivi a breve termine, sulla scia dei segnali che arrivano dalla Cina che si è detta pronta a raggiungere una parziale intesa commerciale con gli Stati Uniti.

Senza accordo tra Stati Uniti e Cina "non c'è crescita. La Cina si rammarica e rifiuta fortemente questo ". Per rafforzare queste sue parole, Donald Trump ha cercato di minimizzare il conflitto in Siria del Nord, declassandolo a una qualsiasi guerra regionale per un pezzo di terra. L'obiettivo e' allentare la tensione e scongiurare l'entrata in vigore dei nuovi aumenti tariffari previsti dal prossimo 15 ottobre. Se le discussioni dovessero avere esito positivo il round negoziale - il tredicesimo - culminerà nell'incontro alla Casa Bianca tra Liu He e il Presidente Donald Trump, nella giornata di venerdì pomeriggio. "Abbiamo centrato una sostanziale fase uno dell'accordo" dice il tycoon, spiegando che l'intesa include la proprietà intellettuale, i servizi finanziari e 40-50 miliardi di dollari di acquisti di prodotti commerciali. All'inizio della settimana gli Usa hanno inserito nella lista nera 28 entita' cinesi, compresi gli uffici pubblici per la sicurezza e il produttore di tecnologie per la sorveglianza Hikvision, accusando Pechino di violazione dei diritti umani contro le minoranze come gli uiguri.

La Cina si è indignata dalle restrizioni sui visti degli Stati Uniti ai funzionari e alle imprese del governo cinese. Ma in ogni caso l'accordo sarà più che altro una tregua piuttosto che un'intesa di ampio respiro.

Altre Notizie