Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Ambra Angiolini, la splendida dichiarazione d’amore per Allegri

Ambra Angiolini: “Massimiliano Allegri è la cura della mia esistenza, la ripartenza dell’amore” Ambra Angiolini ringrazia Allegri: “Ecco perché mi sono innamorata di lui”
Deangelis Cassiopea | 11 Ottobre, 2019, 06:26

Il tecnico, che nella vita privata fa ormai coppia fissa da diversi anni con l'attrice Ambra Angiolini, sembrerebbe pronto a lanciarsi in una nuova avventura professionale.

Dopo la dolorosa e travagliata separazione dal cantautore Francesco Renga, Ambra è tornata a sorridere grazie a Max.

Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sono incontrati e si sono innamorati proprio per questo, perché entrambi avevano bisogno di un amore maturo che sapesse tenere conto di tutti i passaggi della viga di entrambi e che sapesse rispettarli. Ecco come descrive il rapporto con l'ex allenatore della Juventus, che si sta godendo un anno sabbatico: "Lui è la mia cura, è quello che mi salva dai momenti più dolorosi". Quando durante una cena Lorenzo ha un malore e poi muore, quella speciale "famiglia" si troverà a fare i conti con la perdita e con le debolezze che ha sempre cercato di nascondere.

'Non c'è un solo passaggio della mia vita che Massimiliano non rispetti. Perché, proprio come me, è un tipo fuori moda.

Questa esperienza le ha permesso di conoscere Silvia, che ha definito 'uno spicchio uguale a me', ragion per cui si sono legate e mai più abbandonate. E due errori come noi, se si incontrano davvero, generano una cosa che sarebbe veramente stupido non affrontare. "A 14 anni, quando ovviamente non capitò, mi sembrava strano" racconta Ambra Angiolini, 42 anni, alla rivista Vanity Fair che la mette sulla copertina di ottobre (in edicola da mercoledì 9). I due non sono ancora sposati ma convivono da qualche tempo e la loro relazione è seria e importante.

A 18, dopo Non è la Rai, non essere madre mi fece scoprire per la prima volta il volto della depressione.

L'attrice racconta. "Il dottore mi disse di partire per il Brasile". Così iniziare la mia esperienza come volontaria con un medico dell'Ospedale San Camillo di Roma che operava i bambini. Di fare le scale, di prendere l'ascensore, l'aereo e il treno, anche il bagno era diventato un luogo inquietante. Le paure stavano dominando la mia vita. "E quando succede così è l'inizio del baratro", le sue parole. "Quella cosa è la ripartenza dell'amore".

Altre Notizie