Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Attacco a sinagoga, il killer è un neonazista

ATV STUDIO HALLE  REUTERS TV ATV STUDIO HALLE REUTERS TV
Evangelisti Maggiorino | 10 Ottobre, 2019, 12:53

E' un neonazista di 27 anni, l'uomo che ha preso d'assalto la Sinagoga di Halle, nella regione Sassonia-Anhalt, in Germania. Si è rischiata una strage con decine di vittime. In divisa militare verde scura e con un elmetto con mini telecamera in testa ha sparato in strada. "La radice di tutti i problemi sono gli ebrei" ha gridato il killer, poi fermato dalla polizia, nel video postato su un sito di videogiochi. Il portone dell'edificio religioso ha retto al suo attacco, ma lì davanti sono rimaste uccise due persone: una donna che camminava nei pressi del cimitero ebraico e un uomo che si trovava in una tavola calda di kebab a 600 metri di distanza. Il documento risalirebbe al 1 ottobre, circa dieci giorni prima dell'attacco in cui sono morte due persone.

Nella serata del 9 ottobre i media tedeschi parlavano dell'azione di un lupo solitario e non più di un complice in fuga, come si era sospettato per tutta la giornata. L'azione principale si è consumata verso le 12:15 nel quartiere Paulus del centro storico di Halle. Si tratta di Stephan Balliet, un ragazzo 27enne tedesco vicino alla destra estremista. L'uomo è stato poi arrestato. Le immagini girate coi telefonini dagli abitanti dei dintorni hanno mostrato l'uomo in divisa sparare ripetutamente in strada. "L'Italia è vicina al dolore dei familiari delle vittime e condanna quest'atroce gesto", è stato il commento su Twitter dell ministro italiano degli Esteri, Luigi Di Maio.

Altre Notizie