Giovedi, 17 Ottobre, 2019

COMMISSO, Senza nuovo stadio difficile vincere

Cacciopini Corbiniano | 08 Ottobre, 2019, 22:09

"Quando ho acquistato il club dai Della Valle pensavo di poter investire subito su un nuovo progetto stadio". Sfortunatamente, c'è molto lavoro che deve essere svolto sul fronte politico e serve l'approvazione prima di poter iniziare. "È stata una sorpresa per me visto che per 20 anni si è parlato di come migliorare gli impianti fiorentini". "Lo dico fin dal primo giorno, vogliamo portare in Italia il modo di lavorare statunitense".

Sulla possibilità di riqualificare il Franchi, Commisso ha spiegato: "Rifare il Franchi è troppo impegnativo. La cosa migliore sarebbe che mi dessero l'opportunità di costruire lo stadio in una nuova posizione in modo tempestivo". Il loro nuovo stadio è un elemento fondamentale per i loro successi sul campo. I tifosi ed i ricavi. Voglio costruire lo stadio per due ragioni importanti: una, i nostri tifosi, due le entrate. "Non ho comprato la Fiorentina per fare soldi, ma per rendere la Fiorentina un club vincente". Costruirlo fuori dal Comune di Firenze? "E' come parlare di Manhattan a New York".

Sul possibile nuovo stadio ecco le parole aggiunte dal patron viola Rocco Commisso a ViolaNation: "A Manhattan come a Firenze non ci sono stadi eppure è un quartiere che ha il quintuplo della popolazione di Firenze. Lì non ci sono stadi, che vengono costruiti in zone più adatte come il Bronx, il Queens o il New Jersey". "Se non c'è un terreno all'interno di Firenze per costruire uno stadio, allora penso che abbia senso considerare anche l'area metropolitana di Firenze". Abbiamo bisogno di un centro sportivo unico per tutte le squadre della Fiorentina. L'ultima battuta poi è per il centro sportivo: "Si tratta solo di acquistare i terreni e poi andremo avanti, sarà un centro all'avanguardia".

Altre Notizie