Giovedi, 17 Ottobre, 2019

Pensione a 64 anni: un’opportunità per pochi lavoratori, i sindacati chiedono novità

Pensione donne 2020 requisiti vecchiaia anzianità e anticipata Quota 100, polemica per gli esclusi dalla pensione: ecco chi verrà...
Esposti Saturniano | 08 Ottobre, 2019, 15:53

In pratica il PD vorrebbe che venisse approvata Quota 92 che consentirebbe ai contribuenti di andare in pensione una volta compiuti 62 anni di età e avendo versato almeno 30 anni di contributi, invece dei 38 di quota 100. Stando a quanto riportano le ultime notizie, alla Camera, una delegazione di donne del gruppo Movimento Opzione Donna ha incontrato Maria Pallini, membro della Commissione Lavoro, e Maria Eedera Spadoni, vicepresidente della Camera Maria Edera Spadoni, entrambe del M5S, per parlare di storie di donne che con opzione donna hanno potuto conciliare meglio famiglia e lavoro e che si sono dette ben soddisfate di sapere che l'opzione donna sarà ancora prorogata per il 2020.

Si va verso una nuova settimana in cui si potrebbero ricevere nuove notizie per le pensioni al termine di una settimana davvero ricca tra presentazione della Nota di aggiornamento al Def, novità lanciate e nuovi incontri tenutisi.

Ci siamo però accorte che quando arriverò all'età pensionabile, l'importo che mi verrebbe corrisposto sarebbe ridicolo.

Pensione anticipata donne: cos'è l'opzione donna?

I sindacati, infatti, auspicano che il confronto con il governo, come già del resto dichiarato dal premier Conte qualche settimana, possa andare effettivamente avanti in maniera concreta per arrivare ad accordo su alcune ulteriori misure che potrebbero rientrare nella prossima Manovra.

Il DL 4/2019 ha previsto due misure per la pensione anticipata ordinaria: da una parte il blocco dell'aumento dell'età pensionabile, lasciando di fatto inalterati i requisiti di accesso con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. Tale regime, è stato prorogato con la Legge di bilancio opzione donna. Chi infatti compie i 62 anni prima del 31 dicembre 2021, se ha 38 anni di contributi rientra nell'applicazione della quota 100, e può andare in pensione. Continueranno ad essere applicate le finestre di attesa, pari a 12 mesi per le dipendenti ed a 18 mesi per le autonome.

Requisiti opzione donna contributi: è richiesto per le donne lavoratrici del settore privato e pubblico e per le autonome 35 anni di età. Aderendo al nuovo fondo, si avrebbe la possibilità di versare contributi obbligatori e volontari per crearsi una pensione più consistente.

Tra le varie proposte per la riforma delle pensioni presentate in questi giorni figura anche quella che punta a rendere più accessibile il ricorso alla pensione anticipata di tipo contributivo, un'opzione oggi riservata a pochi lavoratori.

La convenienza all'adesione opzione donna, è pertanto molto variabile, in quanto dipende sia dall'età della lavoratrice, dal tipo di carriera, dalla misura della retribuzione e dall'anzianità contributiva maturata alla data di accesso all'opzione.

Altre Notizie