Mercoledì, 20 Novembre, 2019

Muore in ospedale dopo un'errata trasfusione di sangue

Trasfusione Trasfusione
Machelli Zaccheo | 19 Settembre, 2019, 14:31

Angela era entrata in ospedale l'8 settembre per sottoporsi ad un intervento chirurgico al femore, per poi effettuare la trasfusione ad operazione conclusa. L'indagine interna servirà a chiarire la dinamica dell'errore. Per questo - ha spiegato l'assessore in una nota - Regione Lombardia ha attivato immediatamente il Centro Nazionale Sangue, un organismo specifico al quale sono delegate le ispezioni che riguardano l'aspetto trasfusionale.

I fascicoli sono stati trasmessi anche alla Procura di Monza. Il fatto è che si è verificato un errore nell'atto trasfusionale: è stata trasfusa sulla paziente deceduta un sacca di sangue destinata ad un'altra paziente, per un errore di identificazione dovuto all'omonimia delle due pazienti. Alla signora Crippa, e' stato trasfuso il sangue "accantonato in maniera preventiva per un'altra paziente - continua Monza - con lo stesso cognome, che si trovava nello stesso reparto per lo stesso tipo di frattura".

E' stato uno scambio di sangue per omonimia quello che ha portato al decesso Angela Crippa, 84 anni, stroncata dalla reazione del suo sistema immunitario dopo una trasfusione di sangue di un gruppo diverso dal suo, venerdì all'ospedale di Vimercate, in provincia di Monza. Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha predisposto l'invio di ispettori del Centro Nazionale Sangue affinché accertino possibili mancanze nei controlli. L'ASST di Vimercate ha già provveduto a fare una comunicazione sulla vicenda all'autorità giudiziaria.

La Regione Lombardia ha dato il via ad accertamenti, mentre l'azienda sanitaria di Vimercate ha aperto un'indagine interna. Inoltre ha manifestato la sua vicinanza alla famiglia dell'anziana deceduta, affermando che verrà garantita loro assistenza e risarcimento, anche se niente potrà riportare in vita la loro cara. "Due specialisti di Regione Lombardia affiancheranno il lavoro degli ispettori in ogni sua fase". In media, ricorda Liumbruno, "1.728 pazienti ogni giorno nel nostro Paese ricevono una trasfusione, per un totale 630.770 all'anno e circa 8.000 sacche di sangue che vengono trasfuse ogni giorno in Italia".

Altre Notizie