Sabato, 21 Settembre, 2019

Commissione Europea: ecco la squadra di Ursula von der Leyen

Di Maio sfogo e in tv Commissione Europea: ecco la squadra di Ursula von der Leyen
Evangelisti Maggiorino | 12 Settembre, 2019, 08:30

"Deve essere il nobile compito dell'Unione europea essere disposti ad accogliere i rifugiati che hanno bisogno di protezione per l'Unione europea, ma in modo ordinato e regolare", ha precisato la presidente eletta.

Dopo l'incontro con Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Europea, Conte vedrà anche il presidente del Consiglio Ue, Donald Tusk, il presidente del Parlamento europeo David Sassoli, il presidente uscente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, e il presidente del Consiglio Ue designato, Charles Michel.

Giuseppe Conte è arrivato a Bruxelles dove lo aspetta una serie di vertici delle istituzioni europee. "In Europa non abbiamo tempo da perdere, ritengo sia prioritario accelerare per raggiungere tre obiettivi fondamentali e strategici per l'Italia e gli interessi degli italiani", ha scritto Conte in un post su Facebook.

Ed ecco, dunque, la lista della commissione più "rosa" della storia: Johannes Hahn (Austria); Didier Reynders (Belgio); Mariya Gabriel (Bulgaria); Dubravka Suica (Croazia); Stella Kyriakides (Cipro); Vera Jourov (Repubblica Ceca); Margrethe Vestager (Danimarca); Kadri Simson (Estonia); Jutta Urplainen (Finlandia); Sylvie Goulard (Francia); Margaritis Schinas (Grecia); Laszlo Trocs nyi (Ungheria); Phil Hogan (Irlanda); Paolo Gentiloni (Italia); Valdis Dombrovskis (Lettonia); Virginijus Sinkievicius (Lituania); Nicolas Schmit (Lussemburgo); Helena Dalli (Malta); Frans Timmermans (Olanda); Janusz Wojciechowski (Polonia); Elisa Ferreira (Portogallo); Rovana Plumb (Romania); Maros Sefcovic (Slovacchia); Janez Lenarcic (Slovenia); Ylva Johansson (Svezia). In prospettiva quando lo perfezioneremo avremo probabilmente dei paesi che saranno riluttanti.

"Dobbiamo fare molto di più anche sui rimpatri con l'aiuto dell'Europa". "Chi non parteciperà" alla ripartizione dei migranti "ne risentirà molto, in misura consistente, sul piano finanziario".

Ma a agitare le acque nel rapporto fra il nuovo Commissario e i gruppi che lo sostengono anche questioni meno ideali. "Come Italia non possiamo dirci soddisfatti del sistema dei rimpatri e anche su questo abbiamo la piena condivisione e la piena attenzione", continua Conte che incassa la la sponda di Parigi su una politica europea dell'asilo e la revisione di Dubllino.

L'indicazione dovrà ora essere validata dal Parlamento europeo, che nelle prossime settimane avvierà le audizioni di tutti i commissari nominati dalla leader tedesca. "Consentiteci di realizzare questi investimenti e per un po' di tempo lasciateci realizzare questo progetto", ha detto il presidente del Consiglio.

Altre Notizie