Sabato, 21 Settembre, 2019

Stadio nuovo, Milan ed Inter restringono la rosa: i progetti sono due

Stadio nuovo, Milan ed Inter restringono la rosa: i progetti sono due Corriere di Milano: "Nuovo stadio Inter e Milan, rosa ristretta a due"
Cacciopini Corbiniano | 11 Settembre, 2019, 17:58

C'è anche l'aspetto psicologico tra le prescrizioni che gli architetti hanno dovuto seguire per progettare il nuovo stadio di Milan e Inter.

Al di là delle schermaglie, avvenute anche a livello mediatico nelle passate settimane, il dialogo tra i club coinvolti ed il Comune procede dunque spedito.

Inter e Milan devono ancora decidere quale studio di architettura dovrà occuparsi di disegnare il nuovo stadio e gli altri spazi che dovrebbero sorgere in zona San Siro. Intanto va detto che Inter e Milan hanno stabilito un budget massimo di spesa da 605 milioni di euro per il nuovo impianto sportivo. Attenzione poi agli spogliatoi: quelli riservati alle squadre ospiti dovranno infatti incutere timore e tensione negli avversari in vista di quello che accadrà sul campo di gioco. Dovrà riflettere il sofisticato gusto architettonico della città e quel pizzico di esibizionismo che colpisce molti dei tifosi vip quando arrivano allo stadio. In questo caso la flessibilità deve essere in salita con la possibilità di convertire posti non premium in premium in base al tipo di evento (dal concerto agli show per le famiglie passando alle amichevoli ma anche le sfide). A scaglioni anche i posti per gli avversari: 6.000 a rossoneri o nerazzurri per la stracittadina, 3.000 per le tifoserie avversarie nelle gare top, 1.000 per tutte le altre. Nei megastore interni sarà necessario trovare una soluzione per garantire in tempi rapidi una conversione vista la frequenza delle partite. La transizione tra il rossonero e il nerazzurro dovrà essere immediata. Serve lo stato dell'arte della tecnologia più avanzata perché la prescrizione è chiara: il cambio di colori deve avvenire premendo un singolo tasto.

La questione relativa alla costruzione del nuovo San Siro continua a tenere banco. Soprattutto per quanto riguarda la realizzazione del tunnel, per risolvere il problema del rumore che affligge le abitazioni vicine e il numero di parcheggi.

Altre Notizie