Sabato, 21 Settembre, 2019

Salvini: "Di Maio? Chi sceglie Renzi non sceglie più la Lega"

Renzi solidale con Salvini: Matteo Renzi non ha difeso Salvini e non ha difeso Grillo: tenta di parlare di un paese civile
Deangelis Cassiopea | 10 Settembre, 2019, 16:44

D'altronde è lui a controllare i gruppi parlamentari del Partito Democratico. L'annuncio potrebbe essere dato già alla prossima Leopolda e a Montecitorio circa una trentina di deputati andrebbero a comporre il gruppo.

Mentre montava, ad arte, l'assurda e disgustosa polemica sul post del giornalista Fabio Sanfilippo, anche Matteo Renzi appariva sui social con due tweet (in basso): uno riferito alla vicenda che vede coinvolto il figlio di Beppe Grillo e l'altro sull'errore, riconosciuto dallo stesso Sanfilippo, di avere tirato in ballo inopportunamente la figlia dell'ex ministro dell'Interno.

La questione è più delicata al Senato, sia perché la maggioranza gode di numeri ben più risicati sia perché il nuovo regolamento di Palazzo Madama non consente la formazione di nuovi gruppi parlamentari. Dunque il turbo-renzismo va subito all'assalto del governo che Matteo ha molto contribuito a creare?

L'attuale capogruppo Marcucci, tra gli artefici delle trattative con i 5 Stelle, resterebbe al suo posto e farebbe da anello di congiunzione tra i senatori Pd e i fuoriusciti. Al suo fianco invece, c'erano le neo-ministre Bellanova e Bonetti. Il presidente del Consiglio ne uscirebbe rafforzato, almeno nel breve periodo.

Altre Notizie