Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Papa Francesco in Mozambico, Madagascar e Maurizio per "seminare speranza"

Papa Francesco vola in Africa: prima tappa in Mozambico Papa Francesco scrive a Mattarella: «Prego per il bene del popolo italiano»
Evangelisti Maggiorino | 05 Settembre, 2019, 19:57

Il Papa ha chiesto "uno sviluppo produttivo, sostenibile e inclusivo, in cui ogni mozambicano possa sentire che questo Paese è suo, e in cui possa stabilire rapporti di fraternità ed equità con il proprio vicino e con tutto ciò che lo circonda".

Invito tutti ad unirvi alla mia preghiera perché Dio, Padre di tutti, consolidi in tutta l'Africa, la riconciliazione fraterna, unica speranza per una pace solida e duratura.

Il Papa ha parlato anche saccheggi e depredazioni. Solo una parte di queste ha avuto origine a seguito di progetti missionari, poiché la maggioranza è laica e anche quelle ancora collegate alla presenza di missionari hanno una grande autonomia; il loro grande numero discende dal fatto che, più semplicemente, il Madagascar è un Paese di pace e di accoglienza, un Paese di sorrisi e di bambini, pieno di gente mite e laboriosa, un Paese facile per fare volontariato, per integrarsi, bello per viaggiare e invitante a tornare.

Venerdì sera il papa arriverà ad Antananarivo, capitale del Madagascar. Predominante nel cuore e nella mente di Bergoglio, nella sua visita all'isola, sarà il tema ambientale.

Papa Francesco vola in Africa: prima tappa in Mozambico

Il Pontefice è stato accolto sulla pista dal presidente della Repubblica e dalla moglie: all'arrivo in città ad aspettarlo una folla immensa colorata e festante, con decine di migliaia di fedeli. È nostro dovere custodirle con cura.

Molto probabilmente nella seconda tappa del viaggio africano, Francesco non mancherà di sottolineare nei suoi discorsi la questione sociale in Madagascar, in particolare la disuguaglianza tra la minoranza di arricchiti e la stragrande maggioranza della popolazione malgascia che vive sotto la soglia della povertà. Alle 11.00, nel Pavilion Maxaquene, è previsto l'incontro interreligioso con i giovani.

A bordo dell'aereo papale direzione Mozambico, mercoledì 4 settembre Papa Francesco ha riconosciuto la dura opposizione che ha incontrato presso alcuni cattolici conservatori negli Stati Uniti e ha affermato: "è un onore quando gli Americani mi attaccano".

Altre Notizie