Lunedi, 14 Ottobre, 2019

Tria: tranquilli sulla Legge di Bilancio

Tria, su legge Bilancio e Iva tranquilli - Economia Tria ha detto che l’Italia può «stare tranquilla» sulla manovra
Esposti Saturniano | 29 Agosto, 2019, 11:50

Il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ha affrontato il problema delle clausole di salvaguardia sull'Iva, sostenendo che sono sterilizzabili, sottolineando come il deficit sia in calo. "I conti italiani sono in ordine". "Abbiamo conseguito nuovamente fiducia da parte dei mercati finanziari e questo lo si vede dai tassi di interesse che paghiamo sul debito". Anzi, per Tria, "è paradossale che, pur nella stagnazione, l'Italia sta dimostrando una forte resistenza, una resilienza dell'economia italiana".

Secondo Tria il deficit sarà inferiore alle attese, grazie a risparmi per circa 7-8 miliardi sulle due misure simbolo di Lega e M5S, il Reddito di Cittadinanza e Quota 100. Per il ministro fare la manovra di bilancio senza aumentare l'Iva è dunque possibile, con il governo PD-M5S che se entrerà in carica dovrà affrontare questo problema. "Non conosco questa manovra..." replica poi il ministro intervenendo al Meeting di Rimini. In ogni Legge di bilancio si prendono delle risorse e si mettono da una parte o dall'altra.

"La flat tax? Dipende: per farla, occorrono molte cose..." osserva il titolare di via XX Settembre. E i margini di spesa vengono ponderati in tanti dodicesimi quanti sono i mesi di esercizio provvisorio che si rivelano necessari. Dipenderà dalle scelte delle forze politiche e del Presidente della Repubblica. Tra l'altro "non abbiamo bisogno di ulteriore indebitamento anche se un indebitamento per investimenti - visto che il debito costa poco - potrebbe essere desiderabile, ma solo se ne abbiamo bisogno". Il Ministro da un punto di vista economico non considera il deficit "un tabù".

Altre Notizie