Sabato, 07 Dicembre, 2019

MILAN - Duarte: "Pronto a mangiare l'erba"

Rafael Leao MILAN - Duarte: "Pronto a mangiare l'erba"
Cacciopini Corbiniano | 24 Agosto, 2019, 15:40

Ecco le dichiarazioni dei tre nuovi acquisti rossoneri. "Penso che tutti conoscano le mie qualità".

Si tratta solo di uno step ulteriore, ma non ho ancora fatto niente di grande. Non voglio essere uguale a nessuno. Mi piace fare assist, muovermi sul fronte d'attacco. "Devo migliorare ascoltando l'allenatore e i suoi consigli". "Questo club vuole scommettere sui giovani di qualità, c'è un grande gruppo e c'è un grande allenatore".

"Io sto crescendo e il Milan e' la squadra perfetta per imparare e lavorare bene. Devo fare il massimo al Milan". Sono contento perché abbiamo una squadra forte. Quando mi hanno chiamato ero in Coppa d'Africa ma non ci ho pensato troppo. Loro mi hanno chiamato e questa è la cosa più importante.

Sulla crescita personale e calcistica dopo la Coppa d'Africa: "Sono lo stesso uomo, ma con più esperienza e convinzione per fare bene". Qui è differente, ci sono tanti grandi giocatori. Giampaolo mi ha chiesto di venire, è questo è già tanto per me. Lo adoro, darò il massimo per lui. "Giampaolo mi ha voluto perché mi adatto bene al suo sistema di gioco". Poi il centrocampista spiega il suo ruolo: "Faccio il playmaker davanti la difesa, poi dove preferisce il mister giocherò senza problemi".

DUARTE: "Essere qui mi rende molto felice".

Ho ricevuto la chiamata di Maldini mentre facevo shopping con mia moglie. Ora sono qui e voglio fare la storia qui in questo Club. Sono uscito dal calcio brasiliano ed è sicuramente diverso, soprattutto a livello tattico. Fisicamente posso ricordare Thiago Silva, ma con le dovute proporzioni perché lui è un grandissimo difensore.

"Sono felice per gli elogi, cerco di ascoltare e di lavorare con umiltà ogni giorno". "Romagnoli è un grande giocatore - aggiunge il difensore brasiliano in conferenza - e mi sta aiutando molto ad adattarmi". Se serve mangiare erba qui per conquistare un posto, lo farò. "Sarà una lotta sana e chi starà meglio giocherà".

Altre Notizie