Mercoledì, 18 Settembre, 2019

Open Arms, scontro Conte-Salvini: "Sleale collaborazione". Il leghista: "Nostalgia del Pd?"

Giuseppe Conte l'ascesa da Crisi di governo: Salvini apre, Di Maio chiude
Evangelisti Maggiorino | 16 Agosto, 2019, 16:20

In una lettera aperta, infatti, il presidente del Consiglio prendendo spunto dal caso Open Arms accusa il leader della Lega di "sleale collaborazione", di "slabbrature" e "strappi istituzionali" determinati anche "dalla ossessiva concentrazione nell'affrontare il tema dell'immigrazione riducendolo alla formula "porti chiusi"?". Il casus belli - stavolta - sono le comunicazioni d'ufficio che Conte ha inviato il 14 agosto a Salvini per invitarlo 'nel rispetto della normativa in vigore, ad adottare con urgenza i necessari provvedimenti per assicurare assistenza e tutela ai minori' a bordo della Open Arms. "In definitiva, se davvero vogliamo proteggere i nostri "interessi nazionali", non possiamo limitarci a esibire posizioni di assoluta intransigenza", scrive Conte. Abbiamo chilometri di coste e siamo a una manciata di ore di navigazione dall'Africa e dal Medio Oriente. "Da ultimo tu stesso hai constatato come è difficile contrastare i quotidiani, minuti sbarchi clandestini", dice a Salvini. "Questo è il momento di insistere in direzione di una soluzione sempre più europea, altrimenti l'Italia si ritroverà completamente isolata in una situazione che diventerà, nuovamente, via via sempre più ingestibile" prosegue il premier, che dichiara di aver ricevuto la disponibilità di Francia, Germania, Romania, Portogallo, Spagna e Lussemburgo ad accogliere i migranti. "Ancora una volta, i miei omologhi europei ci tendono la mano". La sconfitta ha fatto emergere un'inedita maggioranza (tra 5Stelle-Pd-Leu e Gruppo misto), ma non ha scoraggiato il leader del Carroccio, che ha ribadito che settimana prossima, martedì 20 agosto, sfiducerà il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"Conte mi ha scritto per lo sbarco di alcune centinaia di immigrati a bordo di una nave di una Ong che, però è una Ong straniera, è in acque straniere". Così il vicepremier e ministro dell'interno Matteo Salvini ha risposto a chi gli chiedeva se ci fosse ancora la possibilità di un'apertura ai 5S. "Ho sempre cercato di trasmetterti i valori della dignità del ruolo che ricopriamo e la sensibilità per le istituzioni che rappresentiamo. Io l'associo a una enorme responsabilità", conclude Conte rivolgendosi a Matteo Salvini. "Sono stato leale e sempre lo sarò nel pieno rispetto di ogni carica istituzionale".

Poi, facendo esplicito riferimento alla crisi di governo, Conte sottolinea come "siamo ormai agli sgoccioli di questa nostra esperienza di governo".

"Carissimo Presidente Conte, leggo con stupore che Lei mi rimprovera una 'ossessione' per i 'porti chiusi', parla di rabbia, slealtà, ansia, foga e altro ancora".

"Questo è stato il Governo che ha ridotto il numero di sbarchi in Italia, grazie al lavoro di tutti".

Insomma, il ministro - che ha sfiduciato il presidente del Consiglio - ora pretende che quest'ultimo si pieghi alle sue indicazioni e alle sue disposizioni. L'ultima stoccata e' sui rapporti coni partner europei: "Senza questa fermezza, l'Unione Europea non avrebbe mai mosso un dito, lasciando l'Italia e gli Italiani soli come ha fatto negli anni dei governi di Renzi e del Pd".

Altre Notizie