Mercoledì, 18 Settembre, 2019

Crisi di governo, l'attacco di Di Maio a Salvini 'pentito'

Il leader della Lega Matteo Salvini Il leader della Lega Matteo Salvini ANSA
Evangelisti Maggiorino | 16 Agosto, 2019, 16:14

E il Paese è più debole anche per i ricollocamenti degli immigrati negli altri Stati europei.

Stamattina il Ministro Di Maio ha detto che farà di tutto per mandare in porto la norma: "un atto di responsabilità verso il Paese che si contrappone alla sconsideratezza di un partito, la Lega, pronto a giocare sulla pelle dei lavoratori pur di inseguire i sondaggi". Lo ha fatto per qualche sondaggio?

"C'era un contratto, lui lo ha strappato", e "lo ha fatto solo per il consenso", ha attaccato Di Maio. Anche su questo, giorni fa aveva tuonato 'siamo pronti a dimetterci tutti, vedrete...'. Fu categorico nei toni, ma tutti sanno come è andata a finire poi la storia. "Deve far comodo, evidentemente, avere l'auto blu e i voli di Stato mentre si fa campagna elettorale nelle spiagge".

In un post su Facebook il capo politico del Movimento 5 Stelle e vicepremier sull'ex alleato dice: "È pentito, ma la frittata è fatta". Ognuno è artefice del proprio destino. Parla lui, che ha mandato tutto all'aria senza una motivazione, annunciando la crisi di governo da uno stabilimento balneare dopo essersi preso due settimane di ferie.

L'affondo si fa più duro: "È facile fare i duri a parole". E qui entra in gioco il recente passato, quando lo stesso leader pentastellato, durante i 90 giorni di tira e molla prima della nascita dell'esecutivo gialloverde, disse "discorso chiuso con la Lega".

"Il 20 agosto noi Ministri del Movimento 5 Stelle saremo al fianco di Giuseppe Conte in aula per sostenerlo contro la sfiducia della lega". Adesso pero' non prendetevela con i giovani riders, non fate pagare il prezzo delle vostre scelte agli operai dell'Ilva di Taranto o ai giovani concorsisti dell'Inps.

La questione legata al decreto 'salvaprecari' e alla crisi di governo preoccupa non poco i precari storici che rischiano di veder sfumare, ancora una volta, la possibilità di essere stabilizzati.

Altre Notizie