Lunedi, 21 Ottobre, 2019

Kasia Smutniak ricorda Taricone: "Devo realizzare il suo sogno"

Kasia Smutniak ricorda Taricone: “Devo realizzare quel sogno” Kasia Smutniak compie 40 anni e chiede un solo regalo
Deangelis Cassiopea | 16 Agosto, 2019, 15:33

Oggi Kasia si sente appagata ma c'è ancora qualcosa che in fondo al cuore sente di dover fare. "Invito un sacco di amici, questa è una casa grande, che accoglie, mi piace l'energia che c'è qua". La decisione di prendere la strada dello spettacolo è stata vista come una scelta bislacca e lei stessa non pensava che potesse portarla dove è oggi: "Ho pensato che sarebbe durato solo qualche anno che poi sarei tornata a studiare in Polonia e, invece, eccomi qua".

Nell'intervista realizzata in esclusiva per "Freeda" la donna afferma di aver esaudito molti desideri ma che gliene resta uno che la legherà sempre a Taricone.

Kasia Smutniak si dice contenta anche dei sogni che fino ad ora è riuscita a realizzare: "Ne ho realizzati parecchi: avere una famiglia, essere felice, costruire una scuola".

"Normalmente faccio delle liste quando arrivano le date con lo zero come ad esempio 20, 30 e 40. Per quest'anno sulla lista ancora c'è e il sogno è che possa andare avanti", ha aggiunto. L'attrice ha espresso il desiderio che la scuola fondata in Nepal attraverso l'associazione Pietro Taricone Onlus possa avere i fondi per andare avanti.

La struttura ospita oggi ben 56 bambini ma l'obiettivo è quello di ampliare i confini della struttara. L'idea di portare della cultura in quei posti le è venuta ricordando proprio un'esperienza fatta con Taricone: "Quasi 20 anni fa io ci sono andata là con Pietro per fare un trekking e ci siamo persi, abbiamo perso la cognizione del tempo e ci siamo rimasti per quasi un mese".

In seguito la vita da modella la porterà in giro per il mondo a calcare le passerelle dei più famosi stilisti internazionali ma sarà in Italia che nel 2000 deciderà di fermarsi intraprendendo la carriera di attrice grazie al film "Al momento giusto" di Giorgio Panariello, trovando in seguito anche l'amore. Sulla via del ritorno, in viaggio dal Mustang, discutevano tantissimo del fatto di aver seriamente contribuito a rendere migliore la vita di quelle persone con un'azione concreta.

Ed è così che hanno iniziato una raccolta fondi circa un mese fa. "E il regalo più grande è l'aiuto economico con la mia scuola", ha spiegato la bellezza polacca a 'Freeda'. Io veramente non ho bisogno di nulla, non c'è regalo più grande che potrei chiedere.

Altre Notizie