Lunedi, 16 Dicembre, 2019

Morgan attacca Amadeus e Claudio Baglioni per i "loro" Festival di Sanremo

Morgan attacca Amadeus e Claudio Baglioni per i Morgan attacca Amadeus e Claudio Baglioni per i "loro" Festival di Sanremo
Deangelis Cassiopea | 16 Agosto, 2019, 13:17

Ma dopo aver parlato appunto del suddetto programma, ha anche voluto dire la sua sulla scelta fatta dalla Rai di affidare Sanremo 2020 ad Amadeus, non andandoci affatto giù leggero.

"Oggi tutti si intendono di musica, ma la competenza è un' altra cosa". Avremo infatti un esperto di quiz a Sanremo. Spero almeno che faccia dei quiz sulla musica. Quindi meglio Baglioni? "Lui era perfetto, ma non faceva il direttore artistico, faceva Baglioni. Io mi sarei vergognato al suo posto, a cantare i miei brani ogni tre minuti, e trasformare il Festival in un concerto personale".

"Sanremo? Io e Chiambretti avevamo presentato il nostro progetto, ma evidentemente si preferiscono gli indovinelli". La musica fa schifo, la tv fa schifo, la radio fa schifo e lui è in musica, in tv e in radio, sempre pronto a difendere il suo concetto di bellezza: dopo aver giudicato dagli scranni di The Voice, su Rai Due, al fianco di compagni di viaggio come Guè Pequeno, Gigi D'Alessio ed Elettra Lamborghini, Morgan approda in radio dove dal 14 settembre terrà una trasmissione, "Cantastorie", in cui parlerà e racconterà i grandi della canzone d'autore italiana. "Io arrivo per tornare a un discorso serio". Un nome su cui Morgan ha qualcosa da ridire... "Chiamerò un "inarrivabile" come Mina, Moroder o Morricone, e farò anche parlare un giovane di quelli che vanno forte oggi, come Achille Lauro, Willie Peyote, Young Signorino o altri ex partecipanti dei talent". Senza la sua casa non è la stessa cosa: "Mi hanno tolto il mio laboratorio ed è una questione di coscienza generale perché l'artista è un artigiano e la sua abitazione è un futuro museo". Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi. Ma non mi dispero.

Parlando invece del suo nuovo format radiofonico, l'artista ha affermato che racconterà la storia di otto grandi cantautori, da Battiato a Paoli, e partendo dalle canzoni cercherà di dipingere un affresco sociale completo, gestendo il dibattito nel ruolo di afitrione.

Attraverso un'intervista rilasciata al "Corriere della Sera", Morgan commenta la prossima conduzione di Amadeus al "Festival di Sanremo".

Altre Notizie