Domenica, 15 Dicembre, 2019

Incidente nucleare Russia, radiazioni 16 volte superiori alla media

La Akademik Lomonosov durante il trasporto da San Pietroburgo a Murmansk 28 aprile 2018 La Akademik Lomonosov durante il trasporto da San Pietroburgo a Murmansk 28 aprile 2018
Evangelisti Maggiorino | 13 Agosto, 2019, 19:57

L'intelligence americana sta cercando di raccogliere informazioni per capire la misteriosa esplosione che ha rilasciato radiazioni.

Secondo i quotidiani russi, il missile testato sarebbe l'SSC-X-9 Skyfall, ovvero quello presentato da Putin al pubblico l'anno scorso. "Il missile è testato su una piattaforma marittima: dopo il completamento dei test, il propellente del missile ha preso fuoco e successivamente è esploso", ha detto Rosatom.

A scrivere del missile per prima è stata l'agenzia di stampa Bloomberg, la quale ha fatto sapere che l'istituto lavora su fonti di energia che utilizzano materiali radioattivi per il ministero della Difesa e per usi civili, secondo quanto ha affermato Vyacheslav Soloviev, direttore scientifico dell'istituto in un video mostrato dalla TV locale.

Non è ancora chiaro cosa sia accaduto lo scorso 8 agosto in Russia, a Sverodvinsk, ma è chiaro che si tratta di un incidente nucleare di discreta gravità e che ci sarebbero stati 5 morti. "I livelli di radioattività sono del tutto incomparabili con quelli provenienti da gravi incidenti con reattori", ha aggiunto, ma le rassicurazioni non sono bastate agli abitanti di Severodvinsk, che, presi dal panico, sono corsi a comprare iodio nelle farmacie della città.

In particolare, in sei degli otto luoghi monitorati, ha riferito l'agenzia federale per l'Ambiente Roshydromet, è stato registrato un eccesso di radiazioni gamma "da 4 a 16 volte" i valori normali. È stato il primo riconoscimento ufficiale del fatto che l'incidente abbia avuto una natura nucleare.

Ad aver aumentato le preoccupazioni nella comunità internazionale è stata anche la lentezza con cui, adesso, sono state rilasciate nuove informazioni sull'incidente. Si trova a circa 30 km a ovest della città di Severodvinsk, che ospita un'importante base della Flotta del Nord dove vengono costruiti la maggior parte dei sommergibili nucleari russi. La sua presenza, secondo Jeffrey Lewis, studioso del James Martin Center for Nonproliferation Studies del Middlebury Institute, "potrebbe essere correlata al test di un missile da crociera nucleare".

Le corse alle armi nucleari sono solo parzialmente incentrate sulle armi.

"Gli Stati Uniti stanno imparando molto dall'esplosione del missile in Russia". Difficilmente questa sarà la prima volta che le forze armate russe e i suoi predecessori sovietici hanno nascosto un disastro durante i test.

Altre Notizie