Giovedi, 22 Agosto, 2019

Migranti. Open Arms: Malta disposta a prendere solo 39 persone, inaccettabile

Richard Gere porta viveri ai migranti di Open Arms Richard Gere con il calolziese Riccardo Gatti a Lampedusa per fare attraccare la nave di Open Arms
Machelli Zaccheo | 13 Agosto, 2019, 18:38

"Amo moltissimo l'Italia, il vostro spirito, la vostra generosità, il vostro cuore, ma dopo due anni tornando qui ho avvertito che c'è qualcosa di diverso, le persone sono diventate un po' paranoiche".

Genova. Una caldo domenica di estate diventa torrida sui social, grazie ad un post firmato Sergio Gambino, che ironizza, con polemica, contro la presenza dell'attore americano sulla nave della ong Open Arms.

Dopo una consultazione tra Italia e Malta, otto sono stati portati in elicottero a La Valletta mentre un'altra persona, un sospetto caso di tubercolosi, è stata condotta a Lampedusa da una motovedetta della Guardia Costiera.

Sul divieto di sbarco imposto all'imbarcazione della ong, inoltre, si sono espressi numerosi volti noti. Secondo quanto riferito dai #migranti la barca sta affondando.

"Stavano finendo l'acqua e il cibo, è molto importante che portiamo loro acqua e cibo, ci sarà un'altra barca ad approviggionarli fra 5-6 giorni". Soluzioni? Se li porterà a casa lui i migranti della Open Arms? Le persone a bordo scendono quindi a 157. L'Europa non si è ancora fatta carico di una trattativa ufficiale per provare a trovare una soluzione condivisa perchè nessuno degli Stati di bandiera della due navi, Spagna e Norvegia, lo ha ufficialmente chiesto. "Ma siamo tutti interdipendenti".

La dinamica del salvataggio, secondo Msf e Sos, non coincide con la ricostruzione nella lettera inviata all'ambasciata norvegese.

Assieme ai volontari dell'Ong "siamo andati a comprare tante provviste: le persone avevano bisogno di mangiare e bere". "Non potremo mai riportare le persone in Libia. Lavoriamo nel paese, conosciamo gli orrori da cui queste persone fuggono e sappiamo che la situazione è così disperata che l'unica alternativa che sentono di avere per sopravvivere è attraversare il Mediterraneo", dice Turner. Nel frattempo le autorità europee sono state contattate per richiedere un porto sicuro.

Altre Notizie