Mercoledì, 18 Settembre, 2019

Banco BPM, dati trim 2 positivi: utile in crescita

BancoBpm profitti in crescita del 68% a 593 milioni nel semestre Il BancoBPM brilla al FTSEMib dopo la semestrale
Esposti Saturniano | 09 Agosto, 2019, 08:58

L'indice di copertura dell'intero aggregato dei crediti deteriorati si attestava al 41,9%, in contrazione rispetto al 43,1% del 31 dicembre 2018.

Balzo di redditività per il Banco Bpm nel primo semestre, che si chiude con un utile netto di 593,1 milioni di euro che evidenzia una crescita del 68% rispetto al 30 giugno 2018, superiore alle stime degli analisti.

Il secondo trimestre è stato molto produttivo: fino ad ora ha fruttato di più degli altri precedenti a livello di utili.

Nel dettaglio il margine di interesse si attesta a 514,8 milioni (+1,9% rispetto al trimestre precedente), ma sull'intero semestre scende del 13,6% a 1,02 miliardi rispetto all'anno prima.

Il risultato delle società partecipate valutate con il metodo del patrimonio netto, è positivo per € 69,4 milioni in calo rispetto al dato di € 76,0 milioni rilevato nel primo semestre 2018. L'utile del secondo trimestre, si legge in una nota, è più che triplicato rispetto ai 129,3 milioni dello stesso periodo del 2018.

Il risultato netto finanziario è pari a € 83,0 milioni rispetto a € 101,8 milioni del corrispondente periodo dello scorso esercizio. La sofferenze nette sono 1,4 miliardi, in calo rispetto ai 1,6 miliardi della fine dello scorso anno.

Il complesso dei proventi operativi è in calo sia su trimestre a 1,02 miliardi da 1,06 miliardi sia su semestre a 2,08 miliardi da 2,44 miliardi. Raggiunta una solida posizione patrimoniale: cet 1 ratio "ifrs9 phased in" pro-forma pari al 13,8%. L'annuncio è stato fatto ad aprile ed il perfezionamento è previsto entro metà del prossimo anno. Per quanto riguarda la qualita' del credito, gli stock crediti deteriorati netti sono pari a 6,2 miliardi con una contrazione di 537 milioni rispetto a fine 2018 (-8%).

Una nota ufficiale riporta quanto segue riguardante l'andamento del Banco BPM: "Nei prossimi trimestri il focus operativo del gruppo resterà concentrato sulla gestione ordinaria, con focus particolare sul core business, continuando a trarre vantaggio dagli effetti derivanti dall'azione di derisking". Diverso anche il rapporto tra crediti deteriorati lordi e il totale dei crediti: al termine del mese di giugno hanno toccato quota 9,7% contro il 10,9% di fine 2018. Non dovrebbe evidenziare variazioni significative l'andamento complessivo dei proventi operativi, mentre il costo del credito è atteso su livelli inferiori rispetto agli esercizi precedenti.

Altre Notizie