Domenica, 08 Dicembre, 2019

Toni Morrison, chi era la scrittrice premio Nobel: carriera e successi

Morta Toni Morrison La scrittrice Toni Morrison
Deangelis Cassiopea | 08 Agosto, 2019, 19:54

Toni Morrison, Premio Nobel per la Letteratura nel 1993, è morta all'età di 88 anni.

Morrison era stato al Montefiore Medical Center di New York, al momento della sua morte, secondo il suo agente.

Se i suoi temi sono pressoché costanti, molto variegato e poliforme è il suo stile, ora incline al realismo magico che insegue gli echi della letteratura africana come in Amata, ora, invece, musicale, che cerca di riprodurre in letteratura i ritmi improvvisati del Jazz. Ma la abbandonerà presto per iniziare a lavorare come editor presso la casa editrice Random House di New York, dove scopre e promuove tanti autori di colore. Lavora, infatti, come editor all'autobiografia di Angela Davis e a quella di Muhammad Ali.

Nel frattempo scrive in segreto, occupandosi contemporaneamente dei due figli avuti dall'ex marito, un architetto giamaicano.

Nel 1970 pubblica L'occhio più azzurro, la storia di una bambina nera che desidera avere gli occhi azzurri per somigliare ai bianchi. Li considerava parte del suo impegno, del suo sentirsi non una intellettuale isolata, ma una scrittrice coinvolta nelle cose del mondo. Eppure, la sua visione della vita sarà sempre stata innervata da un costante senso di gratitudine, quasi che lei stessa ravvisasse nelle tappe personali e professionali un "debito" di riconoscenza verso la sua famiglia, finanche le coincidenze sconosciute che l'avevano portata ad essere quello che era: "La mia vita è facile in confronto a quello che hanno passato loro (gli antenati schiavi, ndr)".

È il romanzo Amatissima, però, a darle fama e successo. Per il romanzo Toni Morrison si è ispirata a un fatto di cronaca realmente accaduto e riportato in un articolo del 1855. Entra nell'Accademia delle arti e delle lettere e nel 1988 con Amatissima ottiene il Pulitzer.

Altre Notizie