Sabato, 14 Dicembre, 2019

Tweet "razzisti", Trump nei guai

Tweet Tweet "razzisti", Trump nei guai
Evangelisti Maggiorino | 18 Luglio, 2019, 12:22

Con 332 voti a favore e 95 contro, la Camera Usa, controllata dai dem, ha deciso di mettere da parte e rinviare la risoluzione per avviare l'impeachment di Donald Trump accusandolo di aver screditato la presidenza con i suoi commenti razzisti contro quattro deputate progressiste di colore.

Chakrabarti si è difeso dicendo di non aver preso di mira esplicitamente la deputata Davids, sottolineando come i due si conoscano da tempo e quanto lui stesso l'abbia incoraggiata a candidarsi nel 2016. Il divieto di parola a Pelosi ha scatenato una bagarre, con i repubblicani a fare fronte comune in difesa del presidente e respingere le accuse dei democratici. Lo stesso Chakrabarti ha fondato un gruppo chiamato Justice Democrats con lo scopo di sostituire deputati democratici considerati troppo moderati.

Non contento, ha insistito anche parlando dalla Casa Bianca: "Sono persone che odiano l'America e amano i nostri nemici, se ne vadano da qui".

Una delle deputate coinvolte, riprendendo le parole di Trump sul paese in cui lei dovrebbe tornare, ha scritto: "Signor Presidente, come membri del Congresso, l'unico paese al quale prestiamo giuramento sono gli Stati Uniti".

Trump - che domenica in un tweet aveva invitato Alexandria Ocasio-Cortez, Rashida Tlaib, Ayanna Pressley e Ilhan Omar, elette alla Camera dei rappresentanti, a tornarsene nel loro Paese d'origine - avrebbe seguito il voto incollato alla tv e per seguirlo passo a passo avrebbe cancellato anche alcuni appuntamenti. Non è la prima volta che Green intraprende questa strada: l'obiettivo del deputato è spingere la Camera ad affrontare il nodo dell'impeachment nel breve termine vista la natura "privilegiata" della risoluzione.

Altre Notizie