Venerdì, 14 Agosto, 2020

Somalia, almeno 26 morti e 56 feriti nell’attentato all’hotel di Chisimao

Assalto Al Shebaab a hotel Chisimaio bagno di sangue in Somalia Somalia, almeno 26 morti e 56 feriti nell’attentato all’hotel di Chisimao
Evangelisti Maggiorino | 15 Luglio, 2019, 12:57

"L'intero edificio è in rovina, ci sono cadaveri e feriti che sono stati recuperati all'interno, e le forze di sicurezza hanno isolato tutta l'area", ha detto un testimone, Muna Abdirahman. Tra le vittime cittadini stranieri, tre keniani, uno canadese, uno inglese, due americani e tre tanzaniani. Tra i morti anche una nota giornalista, Hodan Naleyah, da poco rientrata in Somalia dal Canada, dove si era trasferita insieme ai genitori da bambina, per raccontare storie positive del suo Paese. L'assalto, cominciato nella notte di venerdi' quando un'auto bomba e' esplosa all'entrata dell'hotel, molto conosciuto e situato nel centro della citta' portuale, e' durato oltre 12 ore. Era conosciuta per aver fondato Integration Tv, dedicata al racconto della società somala, a partire dalle donne.

Gli hotel sono il bersaglio preferito degli shabaab, che hanno rivendicato la responsabilità dell'attacco. Tra 56 i feriti, vi sono due cinesi. Le teste di cuoio hanno poi ucciso 4 terroristi.

Al-Shabaab colpisce ancora in Somalia.

Negli ultimi anni il governo somalo, con il sostegno delle truppe della missione dell'Unione africana in Somalia, ha messo a segno diverse importanti vittorie nei confronti degli uomini di al-Shabaab, espellendoli dalla capitale Mogadishu nel 2011 e anche da Chisimaio, una volta fonte di importanti ricavi grazie al commercio marittimo che passava dal porto della città.

Gli al-Shabaab attaccano caserme, check-point, ma anche e soprattutto strutture alberghiere, obiettivi più facili e dalla risonanza mediatica maggiore.

Altre Notizie