Lunedi, 19 Agosto, 2019

Universiade, sold out per la cerimonia di chiusura

Universiadi cuore Italia non basta Giappone in finale Universiadi, la cerimonia di chiusura al San Paolo di Napoli: anche il premier Conte
Cacciopini Corbiniano | 14 Luglio, 2019, 21:04

"Napoli ha portato fortuna all'Italia".

Stasera la cerimonia di chiusura calerà il sipario sulle Universiadi, andate in scena dal 3 luglio a Napoli.

Ispirata al rito del sospeso, tipicamente napoletano, la cerimonia rappresenta un saluto alla città di Napoli e alla Campania.

L'OSJ, in crescita costante per qualità e partecipazione, rappresenta un'occasione unica di qualificata formazione orchestrale e di promozione di nuovi talenti per i tanti ragazzi e ragazze che si dedicano allo studio della musica nei Licei e nei Conservatori del nostro territorio e anche, per molti di loro, una concreta possibilità di primo accesso al mondo della professione artistica: una realtà di riferimento preziosa per Napoli, la Campania, il Meridione. Ma chi capisce un po' di sport sa che anche questa è un'altra enfatizzazione: alle Olimpiadi partecipano i grandi campioni, primatisti mondiali, alle Universiadi prodi studenti universitari, da cui potrà nascere un campione (vedi Mennea o Berruti). Proprio perché non mi unisco al coro degli "osannanti", agli organizzatori dell'evento, spero che ai lettori il mio giudizio possa sembrare, ancorché soggettivo, almeno "disinteressato". Fischiare ad una Istituzione con la fascia tricolore, o ad una Nazione con la bandiera spiegata, è un atto di inciviltà assoluta. Come Fisu siamo molto grati all'Italia. Qualcuno ricorderà la famosa "Maieutica" di Socrate, rivolta all'interpretazione della natura umana.

Altre Notizie