Martedì, 19 Novembre, 2019

Lucio Battisti arriva finalmente su Spotify

Scheda artista Scheda artista
Deangelis Cassiopea | 13 Luglio, 2019, 22:13

Non è dunque sorprendente la scelta che porrebbe un grande artista dall'innato talento quale è Lucio Battisti, approdare su una piattaforma moderna di distruzione e diffusione musicale quale Spotify. Se dalla Siae rifiutano ogni commento, dopo un'anticipazione pubblicata oggi sul Corriere della Sera una conferma che le lettere con queste indicazioni sono state effettivamente spedite arriva dal presidente della Sony, Andrea Rosi: "valuteremo nei prossimi giorni cosa si può fare, sempre naturalmente nel rispetto delle regole", si limita a commentare Rosi, che sottolinea: "noi abbiamo solo recepito questa decisione, credo si tratti di una buona notizia, ma le ripeto, dobbiamo avere il tempo di valutare". La risposta è semplice: guerra tra soci culminata con una causa civile intentata da Mogol per contestare la gestione "troppo conservativa" del catalogo: 2,6 milioni il risarcimento ottenuto.

Ora, invece, grazie anche alla petizione nata su Change.org, "Portiamo Battisti su Spotify", sembra qualcosa si sia mosso: Lucio Battisti sarà "spotifabile" come altri milioni di artisti. Anche se è probabile che gli eredi stiano studiando in queste ore una contromossa legale come hanno fatto tante volte nell'infinita battaglia che accompagna l'eredita' 'musicale' del grande Lucio. Il pubblico attende e, per il momento, si accontenta delle versioni piratate dei brani di Lucio Battisti presenti su YouTube o della raccolta di cover raggiungibili sul profilo "Lucio Battisti", un account falso che non ha nulla a che vedere con il vero cantautore. All'origine della messa in liquidazione della Società c'è lo scontro tra la famiglia dell'artista e Mogol, autore dei testi dei suoi primi 12 album.

Lo ha deciso il liquidatore della società Edizioni Musicali Acqua Azzurra, che detiene i 12 album storici del cantautore insieme a Mogol. Questa assenza del repertorio originale ha in passato ingolosito etichette "pirata" che hanno cercato di introdurre sui portali digitali, senza autorizzazione, le canzoni di Lucio nella loro vera, autentica interpretazione, ma senza riconoscere alcun compenso ai titolari dei diritti. Come finirà "lo scopriremo solo vivendo", la citazione è banale ma calzante.

Altre Notizie