Mercoledì, 13 Novembre, 2019

Stangata da 5 miliardi su Facebook

Facebook super multa da 5 miliardi negli Stati Uniti per violazioni della privacy Facebook, super multa da 5 miliardi negli Stati Uniti per violazioni della privacy
Esposti Saturniano | 13 Luglio, 2019, 17:57

L'enorme sanzione, la più alta di sempre per un'azienda hi-tech, è stata approvata dalla commissione federale per il Commercio degli Stati Uniti (Ftc), che ha riconosciuto il colosso dei social network colpevole di aver violato scientemente la privacy dei suoi utenti. Le indagini della commissione sono iniziate più di un anno fa, nel marzo del 2018, dopo l'emersione della vendita dei dati di milioni di utenti di Facebook a Cambridge Analytica (ben 87 milioni).

Secondo quanto riferito dalle fonti del WSJ, tre commissari repubblicani avrebbero votato favorevolmente, mentre due esponenti democratici avrebbero richiesto maggiori strette sulle società di Zuckerberg. Lo dimostrano anche gli attacchi degli ultimi giorni che il presidente americano ha sferrato contro i social media, accusandoli di partigianeria politica e di escludere dalle loro piattaforme le voci conservatrici, in quella che il tycoon ha espressamente definito come una discriminazione. Nel 2012 toccò a Google che per violazione della privacy aveva dovuto pagare 22,5 milioni di euro.

Il percorso affinché la multa a Facebook sia resa pubblica e definitiva prevede ora il passaggio alla divisione civile del Dipartimento di Giustizia. Per Facebook non ci sono stati contraccolpi in borsa perché la società aveva già accantonato circa 3 miliardi nel primo trimestre in prospettiva della stangata imminiente.

Altre Notizie