Mercoledì, 13 Novembre, 2019

Fincantieri cerca 6mila lavoratori. Bono,non li trovo - Shipping e Cantieri - Mare

Bono (Fincantieri): Fincantieri, Bono: "Servono 6000 persone. I giovani preferiscono fare i rider"
Esposti Saturniano | 13 Luglio, 2019, 08:28

"Nei prossimi due-tre anni avremo bisogno di 5-6mila persone e non sappiamo dove trovarle".

Fincantieri, colosso mondiale delle costruzioni navali, cerca carpentieri e saldatori, ma non li trova. Carpentieri, saldatori... Abbiamo lavoro per 10 anni e cresciamo ad un ritmo del 10% ma sembra che i giovani abbiano perso la voglia di lavorare. Sostanzialmente in tutte le nove sedi di Fincantieri sparse per l'Italia (otto cantieri più il sito produttivo della controllata Isotta Fraschini, a Bari).I poli più attivi sono Monfalcone, Marghera, Ancona e Sestri Ponente, ma è attesa nuova manodopera anche fuori dalla penisola a partire dai due cantieri rumeni di Tulcea e Braila.

Non suona come una dichiarazione a cuor leggero quella sul futuro del mondo del lavoro della cantieristica che Giuseppe Bono, AD di Fincantieri e cittadino onorario di Trieste, ha fatto a Roma durante una conferenza dell'organizzazione sindacale CISL, alla quale è stato invitato. Ma penso che tra un po' avremo più università che laureati, più porti che navi, più aeroporti che passeggeri. "Se uno si accontenta di fare il rider a 500, 600 euro, da noi un lavoratore medio prende 1.600 euro al mese".

"Questi sono gli sprechi del paese: vogliamo tutto ma vogliamo che lo facciano gli altri", ha concluso criticando anche il sindacato responsabile di "un appiattimento generalizzato: non posso pagare un saldatore come un magazziniere, lo dovrei pagare come un ingegnere e invece no". "Purtroppo - ammonisce Bono - abbiamo cambiato cultura".

Altre Notizie