Venerdì, 15 Novembre, 2019

Fondi Russia, Salvini: ritengo ridicola questa inchiesta

Chi è Savoini il leghista'putiniano Presunti finanziamenti russi alla Lega, coinvolto nel caso il savonese Gianluca Savoini
Evangelisti Maggiorino | 12 Luglio, 2019, 22:23

"È qualcosa che ci avvicina a tutta l'Europa". Rispetto il lavoro di tutti, ma non abbiamo mai chiesto un rublo, un dollaro, un gin tonic, un pupazzetto a nessuno. Ho la coscienza a posto.

In realtà esistono prove fotografiche della presenza di Savoini in tutti i viaggi compiuti da Salvini in Russia da quando, alla fine del 2013, è stato eletto segretario della Lega, compresi gli ultimi in cui Salvini era ministro. "Stiamo facendo accertamenti per capire se ci siano reati o meno", ha affermato il procuratore di Milano Francesco Greco. C'è un'inchiesta, tra l'altro, aperta dalla Procura di Milano che ha già indagato Savoini e ascoltato qualche persona informata dei fatti. In essa, i sei dicono che i loro rispettivi "amici politici", italiani e russi, si sarebbero messi d'accordo per far arrivare in Italia 300 milioni di tonnellate di petrolio, 250 mila al mese, a prezzo di favore. Querelerò chi accosterà soldi della Lega alla Russia. "Sempre il 16 luglio 2018 - scrive Sensi - la conferenza stampa di Salvini alla TASS si conclude con i ringraziamenti della giornalista a Gianluca Savoini, in prima fila". Il vicepremier ha inoltre detto sì a una commissione d'inchiesta sui finanziamenti ai partiti, aprendo alla possibilità di un approfondimento sui fondi ricevuti dai partiti.

"Io ho totale fiducia nella giustizia che andrà fino in fondo in questa preziosissima indagine". Nelle fotografie del viaggio avvenuto lo scorso luglio, Savoini è però presente nella delegazione ministeriale, durante un incontro formale al ministero dell'Interno russo con l'omologo di Salvini. Abbiamo pertanto deciso di fare una delibera di Giunta regionale in attesa che il Governo migliori la qualità della sua legislazione, prendendoci la responsabilità di interpretare in questo modo la legge, sì da permettere solo in questo modo agli agricoltori di cominciare gli impianti nella stagione consentita, senza perdere un ulteriore anno di produzione. "Ho fatto le verifiche". Quel forum è stato gestito dal forum Italia-Russia e dall'ispi: "tutti i partecipanti sono stati automaticamente invitati alla cena allargata a Villa Madama", aggiunge ancora.

Episodi apparentemente distinti come le interferenze russe registrate dagli Usa nelle presidenziali del 2016, le connessioni con Mosca dei promotori della Brexit nel Regno Unito, i fondi di una banca ceco-russa al Front (oggi Rassemblement) National di Marine Le Pen raccontati da Mediapart fino ai legami tra la Federazione e la Lega di Matteo Salvini - dei quali si è tornato a discutere dopo l'audio pubblicato da BuzzFeed (e la precedente inchiesta dell'Espresso) - sarebbero parte di un unico "pattern", ovvero di uno schema.

Dal Cremlino, nel frattempo, fanno sapere che dalle registrazioni diffuse da Buzzfeed "non consegue assolutamente nulla", ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov citato dall'agenzia di stampa Tass.

Altre Notizie