Giovedi, 17 Ottobre, 2019

In Francia nuove tasse per colossi digitali, USA preoccupati

Reuters Reuters
Evangelisti Maggiorino | 12 Luglio, 2019, 12:23

Stando a quanto stabilito, l'imposta avrà valore retroattivo e verrà applicata dall'inizio del 2019: le Entrate francesi contano così di raccogliere circa 400 milioni di euro aggiuntivi solamente nel corso di quest'anno.

La misura è stata già approvata da un ramo dell'Assemblea nazionale e sarà votata nelle prossime ore dal Senato. Per Washington il piano, simile a quello in via di adozione in altri Paesi europei va fermato. Immediata la risposta francese: "Tra alleati dobbiamo risolvere le controversie in modo diverso rispetto alla minaccia" ha detto il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire.

Progetto di legge all'orizzonte anche nel Regno Unito per tassare i big del web. L'iniziativa è stata illustrata oggi a Westminster dal viceministro del Tesoro e Paymaster General, Jesse Norman, nel giorno in cui la Francia ha approvato in Parlamento una sua digital Tax (la 'Taxe Gafa') oggetto di critiche e minacce di ritorsione dagli Usa. Londra invoca in sede G7 norme comuni a tutti i Paesi Ocse sulla materia.

Altre Notizie