Domenica, 21 Luglio, 2019

Moto, si ritira Marco Melandri: "Ogni favola ha una fine"

Superbike, Melandri dice basta: Marco Melandri si ritira
Cacciopini Corbiniano | 11 Luglio, 2019, 18:55

Malgrado la stagione 2019 di SBK non sia ancora giunta al capolinea, tirando le somme per Melandri non è stata un'annata positiva, tante forse troppe le delusioni che hanno accompagnato il pilota di Ravenna a prendere questa ardua ma consapevole decisione.

Oggi pomeriggio in conferenza stampa ha comunicato la propria decisione: "In Thailandia il sabato ho iniziato a capire che qualcosa stava cambiando - riporta La Gazzetta dello Sport - poi a Misano ho faticato e capito che qualcosa si era spento dentro". Non riesco ad essere più performante in gara e per questo mi sono posto delle domande. "Ora che sono più leggero credo che andrò meglio". Ho scritto spesso che Marco si esalta nei momenti migliori e si abbatte in quelli difficili, ma non lo avevo mai visto triste e quasi rassegnato come quest'anno. Nelle ultime stagioni, però, ho sofferto davvero tanto, perchè sono stato costretto a ripartire ogni volta da zero. Ecco, lì ho capito che qualcosa non funzionava più: per anni ho fatto sempre la stessa vita, allenarmi per poi pensare alle gare, e questo comincia a pesarmi.

Insomma, dopo aver corso ad alto livello prima nel Motomondiale, dove ha conquistato il Titolo della classe 250 con l'Aprilia e ha militato nella classe regina diventando vice-Campione nel 2005 con la Honda, e poi in Superbike, Marco Melandri è intenzionato a vivere il motociclismo in un'ottica completamente nuova. E' giunto il tempo di pensare alla mia famiglia.

La notizia del suo ritiro non mi ha stupito per niente. Il 33 dà l'addio alle competizioni, ma non alle moto: "Vorrei correre senza stress, tipo anche in MotoE". Lo stesso motivo per cui nel 2010 decise di lasciare la MotoGP, dove molto concretamente comprese che non avrebbe più avuto spazio, per approdare in Superbike dove ritrovò subito la gioia di correre e di lottare per la vittoria. Non fu una grande stagione, ma non lo è mai stata per la Panigale, la moto meno vincente nella storia della casa bolognese. Ma la vita va così. Ma abbiate fede che anche quando sarà in pensione, lo vedremo in giro per il paddock.

Altre Notizie