Domenica, 21 Luglio, 2019

È morto Rip Torn, protagonista di 'Men in black'

È morto l'attore Rip Torn, noto per il suo ruolo in «Men in black» Morto Rip Torn, star di 'Man in Black'
Deangelis Cassiopea | 11 Luglio, 2019, 08:26

L'attore statunitense, nato in Texas nel febbraio del 1931, ha intrapreso da giovanissima la carriera di attore grazie a sua cugina debuttando, poco più tardi, nel film i Elia Kazan Baby Doll - La bambola viva del 1956.

In televisione, è noto per il film "Tropico del cancro" e "Giorno di paga". Torn era noto per il suo carattere fumantino e poco pacifico, che ad esempio lo portò ad aggredire, con tanto di colpo alla testa assestato da un martello, lo scrittore e regista Norman Mailer sul set di Maidstone del 1970.

Oltre ad aver preso parte alla sit-com The Larry Sanders Show, Rip Torn è famoso per aver recitato nei film Men in Black e Men in Black II, accanto a Will Smith e Tommy Lee Jones. Negli ultimi anni ha interpretato Luigi XV in Marie Antoinette (2006) di Sofia Coppola, l'allenatore di dodgeball Patches O'Houlihan nel film Palle al balzo - Dodgeball (2004) e ha prestato la sua voce per il film d'animazione Bee Movie (2008).

Rip Torn è stato sposato dal 1955 al 1961 con l'attrice Ann Wedgeworth da cui ha avuto una figlia, Danae; nel 1963 ha sposato l'attrice Geraldine Page dalla quale ha avuto tre figli, Tony, John e Angelica. Numerosi sono i fan che hanno voluto dedicare un ultimo saluto a Rip Torn con una serie di messaggi sui vari social network. Nel 1984 era stato candidato al premio Oscar come miglior attore non protagonista per il film "La foresta silenziosa". Mailer, dal canto suo, rispose mordendo l'orecchio dell'attore. Aveva 88 anni. La scomparsa è avvenuta ieri pomeriggio nella sua casa di Lakeville, nel Connecticut, con al capezzale la moglie Amy Wright e le figlie Katie Torn e Angelica Page.

È morto l'attore Rip Torn. Protagonista di diversi film di culto, l'attore era anche conosciuto per il ruolo dell'agente Z in "Men in Black". L'episodio, raccontato dallo stesso Hopper in un talk show televisivo, finì con i due in tribunale e Torn, sostenendo che era stato Hopper a tirare il coltello contro di lui, fu risarcito con 475.000 dollari di danni morali.

Altre Notizie