Sabato, 20 Luglio, 2019

I firmatari europei dell'accordo sul nucleare chiedono all'Iran di fermare l'arricchimento dell'uranio

Ora anche l’Ue nel mirino dell’Iran Teheran arricchisce uranio oltre il 4,5 Tensioni USA-Iran potrebbero portare a crisi di rifugiati per l'UE - ministro Esteri Lussemburgo
Evangelisti Maggiorino | 10 Luglio, 2019, 17:57

Arriviamo dunque al maggio 2019, quando Teheran annuncia la fine della "pazienza strategica" e la volontà di riprendere in maniera graduale alcune attività relative al proprio programma nucleare se i paesi che rimangono parte dell'accordo - e in particolare gli europei - non avessero trovato il modo di garantirne la corretta implementazione, ovvero di garantire a Teheran quella libertà dalle sanzioni che era stata stabilita come contropartita alla limitazione del programma nucleare.

Il blocco "è estremamente preoccupato" per la decisione dell'Iran di aumentare l'arricchimento oltre la soglia del 3,67%, ha detto oggi la portavoce dell'UE Maja Kocijancic.

La portavoce ha dichiarato all'agenzia di stampa Associated Press che Bruxelles è in contatto con gli altri lati dell'accordo per discutere i prossimi passi, tra cui "una commissione congiunta". Oltre il limite previsto dall'accordo internazionale sul nucleare del 2015.

Gli europei devono fare di più per risarcire Teheran per le perdite economiche inflitte dalle sanzioni degli Stati Uniti: in caso contrario gli iraniani continueranno a superare i limiti della loro produzione di uranio arricchiato. Secondo Asselborn, l'accordo del 2015 ha contribuito a rafforzare la sicurezza nel mondo e in Europa. Con il 4,5% di arricchimento dell'uranio comunicato oggi cadono nel vuoto anche gli ultimi avvertimenti arrivati da Washington. In merito alle dichiarazioni rilasciate a Teheran sull'inizio dell'arricchimento dell'uranio in quantità non previste dal Jcpoa, Breul ha detto che Berlino "non reagisce alle dichiarazioni, reagirà al rapporto dell'Aiea", che dovrebbe apparire presto.

Trump ha giustificato la partenza di questo patto accusando l'Iran di non aver mai rinunciato a un'arma atomica (mentre Teheran ha sempre negato questa accusa) e di essere la fonte di tutti i problemi in Medio Oriente.

Altre Notizie