Martedì, 17 Settembre, 2019

Reddito di Cittadinanza: ci sono novità per extracomunitari, arrestati, divorziati e condannati

Sorpreso operaio con reddito di cittadinanza Sorpreso in un cantiere operaio con reddito di cittadinanza
Esposti Saturniano | 09 Luglio, 2019, 20:42

La norma, al comma 1-bis, pone l'obbligo in capo ai cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea di produrre in fase di istruttoria, ai fini dell'accoglimento delle domande, una certificazione dell'autorità estera competente, tradotta in lingua italiana e legalizzata dall'autorità consolare italiana, conformemente a quanto disposto dall'articolo 3 del testo unico di cui al D.P.R. n. 445/2000 [3] e dall'articolo 2 del D.P.R. n. 394/1999.

Condanne - Chi effettua la domanda non deve essere in quel momento sottoposto ad alcuna misura cautelare personale, anche adottata a seguito di convalida dell'arresto o del fermo, e non deve avere condanne definitive nei dieci anni precedenti la richiesta. L'esclusione sarà limitata infatti al solo componente disoccupato. La circolare INPS 5 luglio 2019, n. 100 illustra le modifiche introdotte dalla legge di conversione e integra le indicazioni già fornite con la circolare INPS 20 marzo 2019, n. 43.

Beneficiava del Reddito di cittadinanza, ma lavorava "in nero" in un ristorante della Valsassina.

Le principali modifiche riguardano i requisiti di accesso al beneficio e, in particolare, quelli reddituali e patrimoniali, l'attestazione dei requisiti per i cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea, la mancata sottoposizione a misure cautelari e la mancanza di condanne definitive.

Tale disposizione non è ancora operativa.

La novità per gli ex coniugi prevede che non basta il divorzio a costituire due nuclei familiari distinti ai fini del reddito di cittadinanza. Affinchè costituiscano due nuclei diversi è necessario che abbiano due residenze diverse. Servirà un decreto ministeriale.

Il beneficio del reddito di cittadinanza viene erogato a decorrere dal mese successivo a quello della presentazione della domanda.

Come se non bastasse se la separazione è avvenuta dopo il 1 settembre 2018, per avere diritto al reddito di cittadinanza il cambio di residenza deve essere certificato da verbale della Polizia locale.

Altre Notizie