Sabato, 20 Luglio, 2019

Raggi accusa Zingaretti: la sindaca fuori controllo

Riesplode la guerra sui rifiuti tra Raggi e Salvini I rifiuti di Roma dovranno essere rimossi entro sette giorni
Evangelisti Maggiorino | 07 Luglio, 2019, 20:51

Un cronoprogramma dettagliato, da seguire alla lettera, per cui Zingaretti spera "non debbano servire sanzioni". Dopo l'ordinanza firmata dalla Regione Lazio, è la sindaca Virginia Raggi ad accusare Nicola Zingaretti, mentre è allarme per i cassonetti a fuoco.

In particolare di "provvedere all'immediata pulizia, raccolta dei rifiuti e disinfezione/disinfestazione in adiacenza di siti sensibili (ovvero in adiacenza di strutture sanitarie e socio-assistenziali, strutture per l'infanzia, mercati rionali, esercizi di ristorazione), da completare entro il termine di 48 ore dalla notifica della presente ordinanza; provvedere alla raccolta dei rifiuti e alla pulizia nel restante territorio di Roma Capitale entro 7 giorni a decorrere dalla notifica della presente ordinanza".

Sì perché se a Roma debbono tenersi i rifiuti perché prima ci siamo noi pontini, noi ciociari, noi sabini (per altro ancora incazzati con i capitolini pe na storia di femmine), loro potrebbero, usando medesima misura, dire: basta pontini ai ministeri di Roma, e basta con tutti quegli studenti che da 700 anni studiano a Roma (rubandoci la sapienza) per fare l'autista Atac devi essere di Testaccio e non cambiare mai casa, e mettono al bando i carciofi, o come Trump ci mettono il dazio.

Tra gli obblighi prescritti dal Campidoglio ad Ama quello di effettuare il trasbordo dei rifiuti senza deposito degli stessi a terra e prevedendo tutti i presidi necessari ad evitare qualsiasi nocumento alla popolazione e all'ambiente circostante. Le Asl Roma 1, 2 e 3 dovranno attivare protocolli di verifica e monitoraggio.

Piu' cassonetti e piu' mezzi in strada per risolvere l'emergenza rifiuti a Roma. D'altra parte, in accordo con il ministero dell'Ambiente, Zingaretti dispone l'obbligo per gli altri impianti della regione ad accogliere alla massima capacità i rifiuti di Roma.

"Si parte in tempi brevissimi e contingentati, considerati i rischi per l'igiene e per la salute. Ogni azione sarà costantemente monitorata", aggiunge Zingaretti in conferenza stampa. Poi, però, nel tentativo di screditare le parole del governatore della Regione Lazio - nonché segretario del Partito Democratico - la prima cittadina è voluta scendere in campo in prima persona, mostrando uno degli impianti - che è ancora chiuso - che dovrebbe garantire lo smaltimento di questi rifiuti accumulati. La raccolta, il trasporto e la lavorazione nei propri impianti ‎dovrà essere garantita anche nei festivi. Lo scrive su Twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi. "Roma ha deciso di non avere autonomia impiantistica, e la situazione è sfuggita di mano".

Altre Notizie