Venerdì, 19 Luglio, 2019

Scritta anti-Salvini, Lodo Guenzi: "mi fa schifo, la cancello"

Scritta anti-Salvini il cantante dello Stato Sociale pronto a cancellarla Instagram 1 di 1
Deangelis Cassiopea | 07 Luglio, 2019, 19:56

A scrivere su Instagram è Lodo Guenzi, frontman della band Lo Stato Sociale, il murales a cui si riferisce recita un secco "Salvini Muori". "Questa scritta mi fa schifo - ha scritto Guenzi - Fra una settimana se è ancora lì, la cancello io". Perché frasi come queste sono m***a fascista, e non fanno che costruire una società fascista".Il post su Instragram ha degli ammiratori che però la buttano sull'ironia: "A parte che concordo con tutto il tuo post, la cosa che però mi fa ridere è che la scritta sia stata fatta al civico 49. "Eppure io questa scritta non la sopporto", scrive il cantante de Lo Stato Sociale, convinto che certe frasi "vadano lasciata ad altri".

"Lasciamo ad altri questo schifo e scegliamo l'intelligenza, il paradosso, l'ironia, il gioco, la poesia e la passione - aggiunge Lodo Guenzi - Anche nello scontro, soprattutto nello scontro". A chiusura del post il cantante promette di cancellare lui stesso quella scritta qualora si dovesse trovare in quel muro al suo ritorno dalla tournée. L'incredibile sostegno dell'artista al leader della Lega arriva a causa di una scritta comparsa sotto la casa bolognese dell'interprete che riporta le parole: "Salvini muori". Anche nello scontro, soprattutto nello scontro.

Ma il suo vuole essere un messaggio di speranza e di educazione: "Chi parla male, pensa male". Lodo continua spiegando che a odio non si risponde con odio, ma che sarebbe il momento di rispondere seriamente con un'alternativa, e fa alcuni esempi, tra cui le offese alla Capitana della Sea Watch Cariola Rakete: "Dovremmo lasciare ad altri queste cazzate, le minacce di morte alle famiglie sinti a cui consegnano la casa popolare, gli 'spero che i negri ti stuprino troia' a carola rackete, i 'bruciamo i rom'".

"Non so quando abbiamo cominciato ad arrenderci a questo squallore, ma risponde alla merda con la merda farà sempre e solo vincere la merda. Chi parla male pensa male". Chi pensa male agisce male. Secondo il ragionamento di Guenzi, non è possibile che ci sia violenza politica a sinistra: quindi gli innumerevoli auguri a svariati politici di destra di finire appesi a piazza Loreto, i 10 100 1000 Acca Larenzia che si leggono in giro per Roma e di cui ormai si perde il conto e anche magari la canzone-inno dei 99 Posse Rigurgito antifascista in cui si invita a sparare a vista, appunto, ai fascisti ... sono tutti frutti di una società fascista?

Non è certo la prima scritta ingiuriosa nei confronti di Matteo Salvini, fatto oggetto di una vera e propria campagna d'odio da parte di chi lo accusa di essere fomentatore di odio. Chi pensa male agisce male.Fra una settimana se è ancora lì la cancello io. "Così, per segnare una distanza di linguaggio".

Altre Notizie