Venerdì, 19 Luglio, 2019

Obbligo corrispettivi, moratoria delle sanzioni per sei mesi

Scontrino elettronico calcolo del volume d'affari comprensivo di fatture e corrispettivi 27 giugno 2019
Esposti Saturniano | 02 Luglio, 2019, 20:54

Le modalità di trasmissione online dei dati dei corrispettivi giornalieri saranno definite da un prossimo provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate. Le altre indicazioniIn ogni caso, "nel primo semestre di applicazione dell'obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, sono parimenti esclusi dall'applicazione delle sanzioni i soggetti passivi IVA che, pur avendo già tempestivamente messo in servizio il registratore telematico, effettuano la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione". Crediamo sia necessario un intervento urgente affinché, sia le imprese che hanno effettuato l'ordine di acquisto del nuovo registratore telematico o richiesto l'adeguamento del misuratore fiscale entro la data del 30 giugno, la cui messa in uso però non è stata ancora possibile, sia quelle che non hanno ancora provveduto a tale adempimento, possano continuare a certificare i corrispettivi emettendo scontrini e ricevute fiscali senza incorrere in sanzioni.

A tal proposito, il legislatore ha previsto un incentivo economico per coloro che sosterranno delle spese per acquistare gli strumenti obbligatori, consistente in un contributo sotto forma di credito d'imposta pari al 50% della spesa sostenuta, con un massimo di € 250,00 in caso di acquisto ed € 50,00 in caso di adattamento. Le misure del "Decreto Crescita " Nella legge Crescita, poi, è prevista anche una misura relativa all'invio dei dati: "I dati relativi ai corrispettivi giornalieri di cui al comma 1 sono trasmessi telematicamente all'Agenzia delle entrate entro dodici giorni dall'effettuazione dell'operazione".

Il nuovo servizio per i corrispettivi telematici - Il nuovo servizio è attivo all'interno dell'area riservata del portale Fatture e Corrispettivi e potrà essere utilizzato, oltre che da pc, anche tramite tablet e smartphone poiché la visualizzazione si adatta automaticamente al dispositivo in uso.

Nel caso di specie oggetto dell'interpello la società istante, chiariscono infine le Entrate, quantificato il volume d'affari dichiarato ai fini IVA per il 2018, ha l'obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi a decorrere dal 1° luglio 2019.

Lo scontrino telematico può essere stampato e consegnato al cliente in forma cartacea, oppure inviato via mail o con altre modalità elettroniche.

Altre Notizie