Lunedi, 21 Ottobre, 2019

Autostrade, Di Maio torna all’attacco dei Benetton

Di Maio: entro 14 agosto avviare revoca concessioni ad Autostrade Di Maio: "I morti del Ponte Morandi colpa della famiglia Benetton"....
Esposti Saturniano | 01 Luglio, 2019, 11:16

"E questo e' importantissimo ed e' quello che porteremo avanti e se qualcuno pensa che queste dichiarazioni fanno cadere il titolo in Borsa, e' molto semplice: se non fai la manutenzione i ponti crollano, se non lavori bene il tuo titolo in Borsa cade, non e' una questione di dichiarazioni e' una questione di fare il proprio dovere", aggiunge. Dice Di Maio che per il lavoro, cioè il rischio della perdita di posti, non c'è problema: li riassume lui, anche le migliaia di lavoratori stranieri di quella che è una multinazionale? Le persone che sono morte, sono morte perché qualcuno non ha fatto la manutenzione di questo ponte e quel qualcuno era Autostrade per l'Italia, dei Benetton, della famiglia Benetton. RaiNews24 ha mandato in onda un servizio circa la demolizione del Ponte Morandi a Genova. "Sono la famiglia Benetton". Lo afferma il vicepremier, Luigi Di Maio in un video su Facebook.

Di Maio rivendica la paternità del Paese e sostiene la giusta punizione che già l'anno passato aveva paventato, ossia la revoca della concessione ad Autostrade.

Alle commemorazioni del 14 agosto "ci si deve andare con la concessione di revoca almeno avviata" specifica ancora il leade del M5s.

Di Maio ha voluto così rispondere a Vincenzo Boccia, Presidente di Confindustria che solo ieri parlava di una moderazione nel linguaggio e di un'attenuazione dei toni nei confronti di Atlantia sia come società, sia come possibile attore protagonista del salvataggio di Alitallia, per tutelare lavoratori e famiglie. La redazione, però, non ci sta a ricevere queste accuse e nella nota del suo Comitato spiega come sono andate le cose e quali erano le priorità giornalistiche di giornata. "Atlantia ha annunciato un'azione legale contro il ministro, auspico che il titolare del Mise abbia il coraggio di rinunciare all'immunità e affrontare la giustizia italiana".

Altre Notizie