Giovedi, 18 Luglio, 2019

Toti e Bucci: "Genova pronta per accogliere una grande Expo"

Le mani della camorra sul Ponte Morandi Ponte Genova:Bucci,esplosioni il 27 o 28
Esposti Saturniano | 19 Giugno, 2019, 23:38

Sono coinvolti in un'inchiesta coordinata dalla Dda di Genova. O, meglio, si ciò che ne resta e che deve essere demolito. "Ieri ho incontrati i cittadini di Certosa che mi hanno detto 'forza', 'avanti' - ha raccontato Bucci -".

La Dia di Genova sta eseguendo, in Liguria e in Campania, due ordinanze di custodia cautelare nei confronti dell'amministratore di fatto della Tecnodem srl di Napoli e di una donna considerata prestanome nell'ambito della medesima compagine societaria.

Secondo quanto spiegato dagli inquirenti Varlese, effettivo amministratore, era già stato condannato per associazione a delinquere in un procedimento nel quale erano coinvolti affiliati al clan "Misso, Mazzarella-Sarno", appartenenti all'organizzazione camorrista 'Nuova Famiglia' e per estorsione tentata in concorso, con l'aggravante di aver commesso il fatto con modalità 'mafiose' (in un altro procedimento da cui emergevano circostanziati rapporti dell'uomo con il sodalizio camorristico 'D'Amico', cui risulta legato da stretti rapporti di parentela). La societa' era gia' stata esclusa dai lavori lo scorso maggio. Ma le indagini degli uomini della Dia, sulla base dei primi accertamenti di carattere amministrativo, avevano consentito agli inquirenti di emettere già maggio scorso un'interdittiva a carico dell'azienda, che era così stata estromessa dai lavori. Lo annuncia il sindaco di Genova e commissario per la ricostruzione di Ponte Morandi, Marco Bucci, parlando della data per l'esplosione delle pile 10 e 11 del viadotto sul Polcevera a margine di un convegno organizzato dalle ditte che si occupano della costruzione. "Sono fiducioso che si possa arrivare a un'intesa con il ministero dell'Ambiente".

Altre Notizie